libri che fanno ridere consilgi di lettura

I consigli del mese: libri che fanno ridere

Reading Time: 2 minutes

Ci sono momenti in cui abbiamo più che in altri bisogno di leggerezza: io la leggerezza la cerco anche nei libri a volte, non come discriminante ma come valore aggiunto; perché i libri leggeri fanno bene al cuore, perché anche in quelli si possono trovare tanti insegnamenti, o anche solo un po’ di tranquillità. Il tema del mese per i consigli di lettura infatti è proprio i libri che fanno ridere e come sempre vi ho preparato una breve lista scelta tra i libri letti.

Per questo mese ho deciso di consigliarvi 4 dei libri che mi hanno fatta più ridere in assoluto.

Eccovi i miei consigli di lettura sui libri che fanno ridere:

Il paradiso degli orchi di Daniel Pennac

Il primo capitolo della saga di Bellville è stato il mio primo romanzo di Daniel Pennac, e non sapevo cosa aspettarmi; la storia parla di un certo Benjamin Malaussène, fratello maggiore di svariati e non convenzionali fratelli nonché capofamiglia nonché capro espiatorio di professione per il centro commerciale. Il primo capitolo di una delle mie saghe del cuore fa rider con un’ironia pungente, che sfocia in satira e critica sociale, e anche con un mistero da risolvere, per il primo incontro con la tribù Malaussène. Ma non lasciatevi ingannare: la tragicomicità di Ben è spassosa, non si può fare a meno di ridere con Pennac.

Se volete acquistare il libro eccovi il link affiliato amazon.

Bar sport di Stefano Benni

Stefano Benni è il re indiscusso del genere umoristico italiano: sin dal suo esordio con Bar sport ha scritto libri pieni di arguzia e satira, spassosi, leggeri ma che allo stesso tempo fanno riflettere. Il mio consiglio per voi per questi libri che fanno ridere è propriop Bar sport, un compendio di storie con al centro il bar anni ’60 che fa ridere a crepapelle e ha creato qualcosa che è ormai un cult nella nostra letteratura.

A questo link trovate la recensione mentre se volete acquistare il libro eccovi il link affiliato amazon.

Qualityland di Marc-Uwe Kling

Uno degli ultimi libri che mi hanno fatto ridere come una matta mentre leggevo è stato Qualityland di Marc-Uwe Kling; questo è un romanzo di fantascienza, ambientato in un futuro poco lontano dove le macchine guidano da sole, ci sono robot e droni che ti consegnano le cose prima ancora che tu abbia pensato di desiderarle, e tutti hanno dei punteggi. Nonostante il tema che potrebbe spaventare visto il risvolto distopico, Qualityland è ironico, brillante, che gioca con le nostre paure verso il futuro e ci fa su della sana ironia. Consigliatissimo, sia nella versione per ottimisti (quella che ho letto io) che in quella per pessimisti!

A questo link trovate la recensione mentre se volete acquistare il libro eccovi il link affiliato amazon.

La  guida galattica per autostoppisti di Douglas Adams

Ve la avrò consigliata non so quante volte, ma se state cercando una lettura che vi faccia ridere credo che per voi sia arrivato finalmente il momento di inziare a leggere la trilogia in cinque parti della Guida galattica per autostoppisti di Douglas Adams: le grottesche vicende nello spazio di Arthur Dent e Ford Perfect sono esilaranti, paradossali ed è quasi impossibile che non vi facciano ridere.

A questo link trovate la recensione mentre se volete acquistare il libro eccovi il link affiliato amazon.

Ho finito anche con i consigli dei libri che fanno ridere: che ne pensate? Ne avete altri da suggerirmi? Ne avete letto qualcuno di questi?

Per recuperare quelli dei mesi scorsi potete venire alla sezione Consigli di lettura.

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *