minimumfax

Editoria italiana: Minimumfax

Reading Time: 3 minutes

Dopo aver inaugurato nel 2020 la rubrica dedicata all’editoria italiana con degli approfondimenti dei principali editori del nostro paese, per quest’anno ho deciso di continuare questo progetto dedicando la mia attenzione a editori di piccole e medie dimensioni, ma soprattutto indipendenti.

Nel panorama editoriale italiana abbiamo molte major di qualità o piccoli editori con carattere che fanno parte di importanti gruppi editoriali, ma è anche importante ricordare case editrici indipendenti che fanno un lavoro di qualità incredibile, con molto carattere e che sfornano gioiellini letterari ogni anno. Tra questi spicca di certo Minimum fax, editore indipendente dal 1994 che ogni anno ci regala ottime pubblicazioni che meritano di certo l’attenzione dei lettori per la loro cura e attenzione per il dettaglio.

La storia di Minimum fax

La casa editrice viene fondata a Roma da Daniele di Gennaro e Marco Cassini nel 1994.

Nel 1993 appare per la prima volta il nome Minimum fax, che all’epoca è il nome di una rivista letteraria. Cassini e Di Gennaro in quegli anni tenevano corsi di scrittura presso un’associazione romana, e fondarono la loro prima rivista che diffondevano via fax, da qui il nome. Alla rivista parteciparono moltissimi autori tra cui Dacia Maraini, Maria Luisa Spaziani, Dino Verde e Stanislao Nievo: suscitò tanta attenzione nella scena intellettuale che portò Cassini e Di Gennaro di andare oltre alla rivista e diventare una vera e propria case Editrice.

L’anno successivo arriveranno le prime due pubblicazioni: i Segreti d’autore di Luigi Amendola e Scrivere è un tic di Francesco Piccolo, presentate al Salone del libro di Torino di quell’anno. Nello stesso anno viene fondata Macchine da scrivere collana che porta in Italia i famosi libri intervista della Paris Review.

Nel 1995 esce Scene Italiane di Lawrence Ferlinghetti, volume che inaugura la collana Sotterranei dedicata alla letteratura americana. Nel 1999 viene lanciata la collana dedicata all’intera opera di Raymond Carver mentre nel 2000 nasce Nichel, collana dedicata alla nuova narrativa italiana.

Oltre al lavoro editoriale Minimum fax è attiva anche in altri campi e celebri sono i loro corsi editoriali, Minimumlab attivi nella loro di sede di Roma, diventando online dal 2020.
Dal 2003 l’editore si dedica anche alla produzione audio, con Minimum fax media.
La casa editrice ha rilevato una libreria a trastevere, dando i natali a Minimum fax libri; Minimum fax eventi organizza letture e eventi.

Nel 2017 Minimum fax si rinnova e lancia un nuovo progetto grafico a cura di Patrizio Marini, ideatore del logo, e Agnese Pagliarini che caratterizza le copertine e il taglio dei libri della casa editrice.

Le Collane

La casa editrice ha fatto la sua storia anche grazie ad alcune collane peculiari che hanno forgiato il suo carattere, e trovate i libri disponibili sul sito dell’editore.

Di seguito le collane all’attivo.

  • Sotterranei: collana dedicata alla letteratura americana
  • Filigrana: collana dedicata a saggi sulla scrittura
  • Nickel: collana dedicata alla nuova narrativa italiana
  • Minimum classics: classici inediti o introvabili in Italia
  • Indi: collana dedicata a libri di attualità
  • I libri di Carver, l’opera competa di Raymond Carver
  • Minimum fax cinema
  • Minimum fax musica
  • Beat: tascabili
  • Fuori collana: libri che non hanno una collocazione specifica
  • Supertele: collana su i media
  • Mini: piccoli libri scritti da autori di culto e tradotti da scrittori italiani

Il catalogo Minimumfax

Il catalogo di Minimum fax è ricercato, raffinato, con un chiaro taglio intellettuale e di ricerca di una certa continuità e, come abbiamo visto con le collane, con un identità ben precisa.

La casa editrice è alla ricerca sempre di novità italiane contemporanee ma con diverse scelte sofisticate anche che vengono dal panorama internazionale. Tra gli autori internazionali pubblicati da Minimum fax infatti figurano tra gli altri nomi celebri come Raymond Carver, Richard Yates, Charles Bukowski, David Foster Wallace, George Saunders. Tra gli italiani ricordiamo Nicola La Gioia, Andrea Camilleri, Paolo Cognetti, Valeria Parrella.

Oltre a un attenzione per la letteratura contemporanea però nel catalogo ampio spazio è data alla saggistica dalla scrittura alla musica, dall’attualità al cinema, dando attenzione anche a diversi media moderni parlando di cultura a tutto tondo.

Insomma, Minimum fax con un ampia scelta soddisfa diversi tipi di lettori con la loro attenzione e cura editoriale, offrendo sempre libri di una qualità eccelsa e per i gusti più disparati.

 

Per altre notizie sul mondo dell’editoria potete venirmi a trovare sulla sezione curiosità del blog. 

Per ora è tutto, vi do appuntamento al prossimo mese con un nuovo approfondimento sull’editoria italiana.

Giorgia

 

 

 

In copertina: logo di Minimum fax, credits www.minimumfax.it
Le fonti usate per questo articolo sono
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Minimum_fax
https://www.minimumfax.com/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *