sellerio editore www.sellerio.it

Editoria Italiana: Sellerio Editore

Reading Time: 3 minutes

Ci sono alcune case editrici che si riconoscono a colpo d’occhio, perché negli anni sono riuscite a costruire una forte immagine di sé, uno stile personale e dei loro propri segni distintivi: questo è proprio il caso di Sellerio editore, casa editrice palermitana che con le sue copertine blu è inconfondibile e unica. Non sono solo le copertine però la forza di Sellerio, ma andiamo per gradi ed esploriamo la storia e il catalogo della casa editrice.

La storia di Sellerio editore

A Palermo, nel 1969, Elvira Giorgianni lascia il lavoro fisso e investe i soldi della liquidazione per un progetto imprenditoriale insieme al marito Enzo Sellerio, famoso fotografo: nasce così Sellerio Editore.
Palermo è città che è da sempre patria di cultura e centro d’intersezione di molte culture diverse, però non è il posto in cui oggi ci aspettiamo una casa editrice nazionale e internazionale. I coniugi Sellerio prendono l’idea dagli amici Leonardo Sciascia e Antonino Buttitta, antropologo, e fondano, come poi sottolinea il sito della casa editrice anche oggi, una casa editrice periferica, interessata alle periferie.

Il successo arriva dopo poco: nel 1978 pubblicano L’affare Moro di Sciascia e attirano attenzioni nazionali e internazionali, consacrandosi fino a oggi come una delle migliori case editrici italiane. Negli anni le loro scoperte letterarie sono state moltissime, pensando innanzitutto a Andrea camilleri e Gesualdo bufalino, vincitore del Premio strega e del Premio campiello.

A oggi hanno pubblicato più di 30 mila titoli a catalogo, mantenendo la casa editrice a gestione familiari: il management infatti è affidato al figlio dei fondatori Antonio Sellerio, e all’impresa di famiglia collabora anche la sorella Olivia.

Le collane

Eccovi tutte le collane della casa editrice

  • La memoria
  • La rosa dei venti
  • Il contesto
  • Il divano
  • Alle 8 di sera
  • Nuovo prisma
  • La nuova diagonale
  • Galleria
  • Le indagini di Montalbano
  • Biblioteca siciliana di storia e letteratura
  • Corti
  • Il castello
  • Il gioco delle parti. Romanzi giudiziari
  • Il mare
  • La diagonale
  • Le parole e le cose
  • Tutto e subito
  • Fine secolo
  • Quaderni della Biblioteca siciliana di storia e letteratura
  • L’Italia
  • La città antica
  • Teatro
  • Nuovo Museo
  • L’isola
  • La civiltà perfezionata
  • Fantascienza
  • Prisma
  • Museo
  • La pietra vissuta
  • Le favole mistiche
  • Fuori collana
  • App
  • Narrativa per la scuola
  • La memoria illustrata
  • I cristalli
  • I cristallini
  • Varia
  • Cataloghi
  • Bel vedere
  • Diorama
  • L’occhio di vetro
  • La Cuba

Per dargli una spulciata vi invito sul sito di sellerio.

Il catalogo

Sul sito della casa editrice si legge questa frase, per descriverne la storia: «Così, fin dall’inizio Sellerio è una casa editrice periferica e interessata alle periferie». E questo spirito ha dato e forgiato il carattere della casa editrice, dando un occhi particolare sia in territorio nazionale che all’estero ad autori che danno voce alla provincia, lontani dal caos della città per interessarsi alla società di quelle zone che sono così vive in letteratura, che rapprenetano molti di noi lettori.

Questa visione, unita a una gestione familiare e una cura artigianale per il libro, può cozzare con il prestigio e l’autorevolezza che negli anni la casa editrice ha meritatamente conquistato; ma Sellerio ha forgiato i suoi libri e la sua identità di editore sulla qualità.

Sellerio invece che puntare sul singolo besteller, come dichiara lo stesso Antonio Sellerio a un Intervista per Il post, ha sempre puntato sull’autore: non il singolo libro, ma l’opera di un autore, puntando a consolidare il proprio pubblico che attirare lettori una tantum.

L’editore ha pubblicato garndi nomi nostrani e internazionali, autori di grandissimo talento, come Tabucchi, Sciascia, Camilleri, Scerbacebco, Carofiglio, Bufalino, ma anche Bolaño tra gli internazionali.

Infine Sellerio è una casa editrice che vanta anche un vasto interesse per uno specifico genere, il poliziesco: oltre per le grafiche uniche in genere tante persone che comprano Sellerio cercano un giallo. Una scelta editoriale che la ha avvicinata al grande pubblico, riuscendo in questo modo a conciliare l’identità della casa editrice, che riesce a rimanere fedele a se stessa ma anche di riuscire a essere una delle case editrici italiane migliori anche in termini di fatturato.

Insomma, Sellerio editore nel suo essere sempre uguale da 50 anni, con le stesse copertine, la stessa gestione familiare e cura, la stessa indipendenza che l’ha contraddistinta dagli albori, la stessa cura e amore per ogni singolo libro, si è costruita un’identità di ferro e il cuore di noi lettori. Ciò ha fatto Sellerio, grazie al suo essere inconfondibile in molti modi, essere una delle prime case editrici del nostro paese e difendersi nel suo essere indipendente.

Per altre notizie sul mondo dell’editoria potete venirmi a trovare sulla sezione curiosità del blog. 

Per ora è tutto, vi do appuntamento al prossimo mese con un nuovo approfondimento sull’editoria italiana.

Giorgia

 

 

 

In copertina: logo di Sellerio editore, credits www.sellerio.it
Le fonti usate per questo articolo sono
https://it.wikipedia.org/wiki/Sellerio#:~:text=La%20Sellerio%20Editore%20S.r.l.%20%C3%A8,Sciascia%20e%20dell’antropologo%20Antonino
https://sellerio.it/it/casa-editrice/
https://www.ilpost.it/2016/10/11/il-metodo-sellerio/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *