veglia poesia giuseppe ungaretti

La poesia della settimana: Veglia di Giuseppe Ungaretti

Reading Time: < 1 minute

Si sta avvicinando il fine settimana ed è arrivato il momento dell’angolo poetico di Book-tique.
Oggi ho deciso di leggere assieme Veglia di Giuseppe Ungaretti poeta italiano ermetico, davvero molto celebre e studiato per il suo stile essenziale e minimale. Per leggere altre poesie dell’autore le trovate sul blog, mentre per leggere della sua vita potete andare su questo link.

Ma senza indugiare eccovi la poesia della settimana, Veglia:

 

 

Veglia

Cima Quattro il 23 dicembre 1915

Un’intera nottata
buttato vicino
a un compagno
massacrato
con la sua bocca
digrignata
volta al plenilunio
con la congestione
delle sue mani
penetrata
nel mio silenzio
ho scritto
lettere piene d’amore

Non sono mai stato
tanto
attaccato alla vita.

Giuseppe Ungaretti

 

Vi è piaciuta la poesia di Ungaretti?

Se volete leggere altre poesie, venite nella sezione delle Poesie di Book-tique.

Al prossimo venerdì con una nuova poesia.

Buon fine settimana

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *