Recensione di L'onore perduto di Katharina Blum di Heinrich Böll

Recensione di L’onore perduto di Katharina Blum di Heinrich Böll

Reading Time: 2 minutes
L'onore perduto di Katharina Blum Book Cover L'onore perduto di Katharina Blum
Heinrich Böll
Narrativa
Einaudi
1974
Cartaceo- Ebook
144

"I fatti, dai quali faremmo forse bene a cominciare, sono brutali: mercoledì 20 febbraio 1974, la vigilia del carnevale delle donne, una donna di ventisette anni esce dalla sua casa di città verso le ore 18,45 per recarsi a una festa da ballo privata."

La giovane è Katharina Blum, cameriera presso una famiglia della buona borghesia di Colonia, che si renderà colpevole di complicità nella fuga dell'uomo che ama, accusato di terrorismo. Quattro giorni più tardi, la donna bussa alla porta del commissario Moeding per confessare l'omicidio del giornalista Walter Tötges, autore di una campagna diffamatoria ai suoi danni. Heinrich Böll si attiene alla cruda realtà per far luce sulle ragioni di un delitto così assurdo e racconta la morsa di pregiudizi e menzogne che stringe Katharina.
Pubblicato nel 1974, questo romanzo, che ha ispirato il film omonimo di Volker Schlöndorff e Margarethe Von Trotta, ripropone con forza il dilemma di una società dilaniata in cui i drammi sociali incrociano drammaticamente i destini individuali.

L’onore perduto di Katharina Blum di Heinrich Böll è stato l’ultimo libro letto per la maratona classica, gruppo di lettura annuale organizzato dalla blogger Leggo quando voglio, in cui abbiamo affrontato diversi classici, tra cui Le due città, I Buddenbrook, Le avventure di Gordon Pym, Racconti di Pietroburgo, Il Gattopardo per citarne alcuni.
Riguardo a questo titolo, è stato il mio primo romanzo dell’autore quindi ero curiosa di affrontarlo.

Di cosa parla L’onore perduto di Katharina Blum?

La storia racconta le vicende della Katharina Blum del titolo, domestica in alcune case bene di Colonia. La donna viene arrestata perché ha aiutato a scappare un famoso assassino. Una donna per bene, lavoratrice, che però viene dipinta dei giornali come spietata e fredda calcolatrice. Il tutto sulla base di speculazioni, senza sapere nulla sulla sua colpevolezza o innocenza.

Questo è un libro con un tono molto chiaro: è tutto trattato come una cronaca fredda e puntuale degli avvenimenti, quasi con uno stampo giornalistico, ricalcando il tema di tutto il libro. Peculiare e unico il modo in cui è stato scritto, devo dire che lo stile mi ha conquistata proprio per il suo narrate con un taglio distaccato e a mo’ di cronaca le vicende di Katharina, dove poi è il lettore a farsi la sua idea visto che il narratore pare puntale e oggettivo in relazione ai fatti raccontati.

Se il narratore non giudica lo fa il pubblico dei giornali che parlano di Katharina Blum: la storia tra le pagine del romanzo racconta invece come una donna venga messa alla mercé del popolo con attacchi gratuiti e senza fondamenti oggettivi. La stampa è messa sotto una chiara cattiva luce, descritta come un cumulo di spietati e accalappia storie. Ingigantiscono, insinuano, creano mostri. Rendono una persona normale ciò che il pubblico vuole.

Mi è piaciuta molto anche la sensibilità di Böll per il tema femminile, descrivendo la vita di una donna normale, che viene dal basso, e la serie di ingiustizie, sessismo e molestie che ha dovuto subire nella vita.

L’onore perduto di Katharina Blum è un bel romanzo che mi è piaciuto per stile e con una storia e un messaggio peculiare. Nonostante questo non è stato quel romanzo che conquista il mio cuore, anche se le premesse erano più che buone. La cosa positiva della mia esperienza con questo libro è la voglia di leggere altro dell’autore di cui ho alcuni titoli nella lista dei libri da leggere.

Concludendo, L’onore perduto di Katharina Blum è un romanzo che con una voce unica racconta distaccatamente la storia e il declino della sua protagonista, e come la stampa e i giornali abbiano tirato fuori la parte peggiore di questa donna.

 

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *