22/11/1963 recensione libro stephen king

Recensione di 22/11/1963 di Stephen King

Reading Time: 3 minutes
22/11/1963 Book Cover 22/11/1963
Stephen King
Fantascienza, distopia
Sperling & Kupfer
2011
Cartaceo- Ebook
869

IL CAPOLAVORO DA CUI E' TRATTA L'OMONIMA SERIE TV CON JAMES FRANCO, PRODOTTA DA J.J. ABRAMS.

Il 22 novembre 1963 tre spari risuonarono a Dallas, il presidente Kennedy morì e il mondo non fu più lo stesso. Se fosse possibile cambiare il corso della Storia, tu lo faresti? È quello che si domanda Jake Epping, tranquillo professore di Lisbon Falls, Maine, quando scopre che la tavola calda del suo amico Al nasconde un segreto. La dispensa è in realtà un passaggio temporale e conduce al 1958. Per Jake è una rivelazione sconvolgente, eppure l'incredulità non gli impedisce di tornare ai favolosi anni Sessanta e cominciare una nuova esistenza nel mondo di Elvis Presley e James Dean, del twist e delle automobili interminabili. Un mondo in cui Jake si lascerà coinvolgere in una missione straordinaria: fermare Oswald e salvare Kennedy. Sovvertendo per sempre tutte le regole del tempo. E della Storia.

L’ultimo libro di Stephen King letto nel 2020 è stato 22/11/1963, romanzo del 2011 da cui è stata tratta una miniserie televisiva con protagonista James Franco; è un romanzo fantascientifico, nello specifico ucronico, che parla di viaggi nel tempo.

Di cosa parla 22/11/1963?

Jake Eppinger, insegnante divorziato ma ancora giovane, viene arruolato da Al Templeton, proprietario di una tavola calda, per una missione importante: vuole tornare indietro nel tempo e salvare la vita a J.F. Kennedy. Dopo l’incredulità iniziale, Al mostrerà a Jake un buco nel bagno che fa tornare indietro nel tempo, sempre nello stesso momento del 1958. A ogni viaggio il tempo si riazzera e se si rientra nel buco lo si fa sempre nello stesso momento. Al ha tutto un piano preparato nei minimi dettagli, ma non può farlo da sé perché è ammalato di tumore ai polmoni. Jake che effettivamente non ha nulla da perdere decide di partire, e vedere se il passato si può davvero cambiare.
Questa la premessa di 22/11/1963, un romanzo che portandoci indietro nel tempo ci fa vedere i rischi del giocare con i viaggi nel tempo e un particolare cosa sarebbe successo se.

I viaggi nel tempo in letteratura sono stato esplorati da molti autori, e anche King ci dà la sua interpretazione del tema. Non con una macchina, ma grazie a un misterioso passaggio temporale che però se lo si attraversa è in grado di cambiare il futuro.
Interessate come ha esplorato quindi il tema dei viaggi nel tempo grazie al suo protagonista: un uomo che si rifà una vita, non diversa da quella che aveva nel presente, nel passato e perde di vista la sua missione, ma soprattutto le possibili conseguenze che ogni azione che commette in quel tempo in cui non dovrebbe esistere.
È questo il tema principale del romanzo: si può o non si può giocare con il tempo? Davvero se potessimo cambiare la storia le cose sarebbero andate meglio?
Uno spunto interessante che permette al lettore di fare molte riflessioni al riguardo, grazie alla fantasia di King, che ci fa immaginare di viaggiare nel tempo.

Ho tropvato affascinante il fatto storico scelto, ovvero la morte di Kennedy, che mi sembra qualcosa di molto patriottico e americano, ma anche testimonia che oltre alle teorie e i complottismi negli anni, molti americani hanno creduto molto in quel presidente, come segno di cambiamento e di rottura con il passato.

Infine, suggestivo è poi fare un viaggio nel paese tra la fine degli anni ’50 e ’60, con una ricostruzione storica molto accurata, in ambientazione che fa respirare proprio il clima di un tempo diverso.

Devo ammettere che 22/11/1963 mi è piaciuto particolarmente: ho un debole per la fantascienza e devo ammettere che vedere King alle prese con una storia di questo genere mi ha colpito più che in positivo. Ho apprezzato molto il come ha gestito la questione dei viaggi del tempo, sempre pericolosa da usare se usata (o abusata) con leggerezza, e come ha mostrato la storia nel prima e nel dopo. Il finale poi, nonostante i miei timori, mi è sembrato perfetto e l’unico possibile per questo romanzo.

Dunque 22/11/1963 è un romanzo bellissimo, che ci fa viaggiare nel tempo insieme al suo protagonista nel tempo, una narrazione che tra storia e speculazione ci fa vedere le possibili conseguenze di quando si gioca con il tempo; da leggere per conoscere come sarebbe andata se…

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *