antonio tabucchi identikit letterario

Identikit letterari: Antonio Tabucchi

Reading Time: 2 minutes

Antonio Tabucchi è stato uno scrittore e traduttore italiano molto importante, che con alcuni dei suoi libri ha lasciato un segno nella letteratura italiana. Famoso per essere stato il traduttore ufficiale di Pessoa, ma anche per quel capolavoro che è Sostiene Pereira, Tabucchi ha trascorso la sua vita tra Italia e Portogallo e l’ha dedicata in gran parte alla letteratura.

La vita di Antonio Tabucchi

Nasce a Pisa il 24 settembre 1943 e all’anagrafe è Antonino Tabucchi.

Da sempre appassionato di arte e libri, Antonio studia letteratura all’Università; nello stesso periodo viaggerà molto sulle orme degli autori che lo avevano colpito durante le sue letture.
In uno dei suoi viaggi, a Parigi trova un volume dal titolo Tabaria scritto da un certo Alvaro de Campos, una degli alter ego di Luis Pessoa, facendo nascere da quel momento la sua passione per il poeta portoghese.

Si laurea con una tesi sul surrealismo in Portogallo nel 1965.

Negli anni ’70 inizia a insegna letteratura all’Università di Bologna e pubblica i suoi primi lavori: il suo esordio è con Piazza Italia nel 1973 con cui vince il premio L’inedito.

Nel 1994 esce il suo lavoro più celebre ovvero Sostiene Pereira che vince il premio Super Campiello, il premio Scanno, il Premio dei lettori, il «Viareggio-Rèpaci» e il Prix Éuropéen Jean Monnet.

Tabucchi contribuisce negli anni a far conoscere la letteratura portoghese nel nostro paese, diventando curatore italiano dell’intera opera di Pessoa nello specifico.

Negli anni ha collaborato con i maggior parti quotidiani italiani e portoghesi, tra cui ricordiamo il Corriere della sera, El paìs, Il manifesto, l’Unità, ma anche riviste letterarie e di attualità.

Ci lascia nel 2012, dopo una lunga malattina.

Le opere di Tabucchi

Oltre alla sua attività di ricerca e di traduzione dunque, Tabucchi ha pubblicato molta saggistica, ma anche racconti e romanzi.

Tra i più famosi romanzi ricordiamo Sostiene pereira, una testimonianza, Notturno indiano, L’angelo nero, Donna di porto Pin, Requiem, Si sta facendo sempre più tardi, I volatili del Beato Angelico, Sogni di sogni, Marconi, Se ben mi ricordo.

Tra i racconti vi cito le raccolte Il tempo invecchia infretta, Il gioco del rovescio e altri racconti, Racconti con figure, Piccoli equivoci senza importanza.

Le sue opere complete le trovate a questo link.

Lo stile di Antonio Tabucchi

Antonio Tabucchi ha una personalità molto decisa che traspare nella sua scrittura e con il suo stile. Elementi ricorrenti sono un richiamo sempre forte al Portogallo e alla sua cultura ma anche che spesso i protagonisti delle sue storie si sentono stranieri a se stessi.

La sua penna ha la tendenza a creare immagini molto nitide, grazie a descrizioni che giocano con colori e luci, e una serie di simbolismi per aiutare a visualizzare le idee e concetti più astratti.

Tabucchi è uno di quegli autori attenti a ogni piccolo dettaglio, scegliendo nomi, luoghi, oggetti con ponderazione evocando sempre qualcosa di altro, nascosto dietro al singolo significato.

L’impegno civile dello scrittore si percepisce in tutte le sue opere, oltre che nella sua vita quotidiana in cui non aveva problemi a esporsi e prendere posizioni.

Antonio Tabucchi dunque è stato un autore importatissimo della recente storia letteraria del nostro paese; uno scrittore brillante, con un amore spassionato per quel Portogallo che lo ha adottato, raccontato spesso anche a noi lettori come per condividere anche con il suo pubblico questo amore.

Al mese prossimo con un nuovo approfondimento degli Identikit letterari.

Giorgia

Le fonti che ho usato per scrivere questo articolo:
http://www.antoniotabucchi.it/biografia/cronologia-della-vita.html
https://biografieonline.it/biografia-antonio-tabucchi
https://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Tabucchi#Biografia
in copertina
Rebeca Yanke from Madrid, España / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *