Recensione di Dovremmo essere tutti femministi di Chimamanda Ngozi Adichie

Reading Time: 2 minutes
Dovremmo essere tutti femministi Book Cover Dovremmo essere tutti femministi
Chimamanda Ngozi Adichie
Saggistica
Einaudi Editorw
2015
Cartaceo- Ebook - Audiolibro
50

In questo saggio molto personale, scritto con grande eloquenza - frutto dell'adattamento di una conferenza TEDx dal medesimo titolo di straordinario successo - Chimamanda Ngozi Adichie offre ai lettori una definizione originale del femminismo per il XXI secolo. Attingendo in grande misura dalle proprie esperienze e riflessioni sull'attualità, Adichie presenta qui un'eccezionale indagine d'autore su ciò che significa essere una donna oggi, un appello di grande attualità sulle ragioni per cui dovremmo essere tutti femministi. In un contesto in cui il femminismo era considerato un ingombrante retaggio del secolo scorso, la posizione di Adichie ha cambiato i termini della questione. Alcuni brani della sua conferenza sono stati campionati da Beyoncé nel brano Flawless e hanno fatto il giro del mondo. La scritta FEMINIST a caratteri cubitali come sfondo della performance dell'artista agli Mtv Video Music Awards e il famoso discorso dell'attrice Emma Watson alle Nazioni Unite in cui si dichiara femminista sono segni evidenti del fatto che c'è un prima e un dopo Dovremmo essere tutti femministi.

Dovremmo essere tutti femministi è un saggio firmato dalla scrittrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie tratto e riadattato da un Ted talk del 2012. In Italia il libro è stato pubblicato da Einaudi nel 2015: è anche nel catalogo Audible.it, ed è stato il primo audiolibro ascoltato nel 2021.

In questo breve testo Adichie spiega il senso del moderno femminismo, partendo dalla sua esperienza personale e da un episodio che le è realmente accaduto: un suo amico le ha detto che non ha senso definirsi femminista oggi. E da qui l’autrice spiega perché sia necessario e tutti dovremmo esente femministi, elencando non dati ma più esperienze sia vissute in prima persona che da altre donne che ha incrociato durante la vita.

La voce di Adichie rappresenta quella di tutte le donne che almeno una volta nella vita si sono sentite dire che sì, non è più come una volta, non ha senso essere femministi oggi perché uomini e donne sono uguali. E di tutte quelle donne che le discriminazioni le hanno subite, passando sia da piccole ingiustizie a quelle più grandi. E così che parla di disparità di trattamento ai giorni nostri sia nella società americana ma anche nella sua cultura di origine Nigeriana, dove le donne hanno socialmente parlando ancora un ruolo marginale e legato a stereotipi culturali inculcati dalla società che viene da anni di patriarcato e della diffusione che gli uomini sono superiori alle donne. Sono differenze oggettive, che esistono e non si possono confutare, cose che accadono tutti i giorni ancora a tutte le donne del mondo. 

Il libro è breve ma incisivo e ispirante: Chimamanda Ngozi Adichie con poche parole chiare e un discorso fluido spiega perché sia necessario lavorare alle basi della nostra società, attraverso l’educazione, per la persecuzione della vera parità, quella in cui tutte le persone, tenendo conto delle differenze oggettive, siano considerati sullo stesso piano e senza disparità.

Dovremmo essere tutti femministi per questo secondo me è un saggio fondamentale, che ognuno dovrebbe leggere per capire che c’è ancora molto lavoro da fare nella nostra società e nella cultura per puntare a quella uguaglianza che è oggi imprescindibile.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *