Tutto il ferro della Tour Eiffel recensione libro michele mari

Recensione di Tutto il ferro della Tour Eiffel di Michele Mari

Reading Time: 2 minutes
Tutto il ferro della Tour Eiffel Book Cover Tutto il ferro della Tour Eiffel
Michele MAri
Narrativa, Fantastico
Einaudi
2002
Cartaceo- Ebook
278

Nel 1936 i falangisti fucilano Garcìa Lorca, Gide torna dal suo viaggio in Unione Sovietica, Hitler e Mussolini stabiliscono l'Asse Roma-Berlino, Céline consegna all'editore Denoël un rovente libello intitolato Mea culpa, a Milano muore la madre di Carlo Emilio Gadda. E anche la Parigi geometrica di Haussmann sembra pronta ad arrendersi a un destino di catastrofe. Solo i passages, in questo romanzo fantastico di Michele Mari, rimescolano i tempi storici facendo incontrare i vivi e i morti in un sottomondo onirico carico di reminiscenze e di premonizioni. Ci sono luoghi e tempi, nella Storia, in cui tutto si sfiora: il gioco doloroso e affascinante di questo libro è fermarsi sul crocevia, e provare a dar vita alle parole mai dette, alle più insospettabili affinità. Far dialogare il nano di Auto da fé con Louis Renault, la bambola di Alma Mahler amata da Kokoschka con gli scrittori morti suicidi, Lindbergh con il dottor Caligari, la nascita della modernità con il demone che la divora...

«Quando una persona cara ci dà un libro da leggere, la prima cosa che facciamo è cercarla fra le righe, cercare i suoi gusti, i motivi che l’hanno spinta a piazzarci quel libro in mano» diceva Pennac. E con me questa citazione è più che azzeccata. Faccio questa cosa sempre, ma con il libro del quale vi parlo oggi è venuto ancora più aturale. La mia amica Samantha per Natale mi ha regalato Tutto il ferro della Tour Eiffel di Michele Mari e l’ho cercata tra queste pagine, in un romanzo che ha amato e a che a me ha permesso di conoscerla meglio dopo la lettura si questo volume.

Spiegare di cosa parla Tutto il ferro della Tour Eiffel è complicato perché è un libro unico. Cercherò di riassumervi la trama: Walter Benjamin in fuga dal nazismo vive a Parigi ed è un collezionista di reliquie uniche: i puntini usati da Céline, i boccioli dei fiori del male di Baudelaire, una delle vocali perdute di Rimbaud. In sfida con il filologo Auerbach inizia una partita a scacchi via posta con in palio questa preziosa collezione. Si fa aiutare dall’amico Bloch, che sta svolgendo un’indagine sui suicidi di alcuni grandi personalità del loro tempo.

E così, come una lunga allucinata avventura inizia la storia di Mari, tra riferimenti sconfinati all’arte e alla letteratura e avvenimenti strani e fantastici. Con questo romanzo facciamo un viaggio assieme all’autore nei meandri della storia, tra letteratura, arte, e eventi fuori dal comune e bizzarri.

Tutto il ferro della Tour Eiffel è dunque un libro ricco di cultura, allegorie e simbolismo, che parla di tantissimi artisti e autori famosi, delle loro morti, delle loro opere, dei loro quadri. Un romanzo certamente sperimentale che mischia le biografie celebri a una storia al limite del grottesco e della suggestione, in un calderone di cose apparentemente senza senso legate tra loro.
Questo è un romanzo postmoderno in cui cultura e storia si fondono e si legano indissolubilmente con la trama, diventando un tutt’uno. Affascinanti sono proprio le storie di tutte le personalità citate, da Saint-Exupery, a Thomas Mann, a Henry Ford a Renault. Ci si appassiona e si investiga sui loro suicidi, instillando il dubbio nella mente del lettore e approfondendo la vita di alcuni dei più grandi del secolo scorso e quello precedente.

Questo è un libro colto e pieno di riferimenti, ma non vi nascondo che è un libro difficile, che non consiglierei a tutti a cuor leggero. Allo stesso tempo è singolare e sprizza letteratura e cultura da tutti i pori, dimostrando la genialità e l’ecletticità del suo autore. Regala al lettore un’esperienza di lettura mistica e difficile da rintracciare altrove, ma bisogna sicuramente affrontarlo con lo spirito giusto.

Dunque consiglio Tutto il ferro della Tour Eiffel a coloro che vogliono fare un viaggio letterario e perdersi in una storia fantastica e folle al tempo stesso.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *