tea libri

Editoria italiana: Tea libri

Reading Time: 2 minutes

Per la serie di articoli che illustrano il panorama editoriale italiano, la casa editrice di cui vi parlo questo mese è TEA libri.

La storia di TEA

TEA nasce nel 1987 con questo acronimo che significa Tascabili degli Editori Associati S.p.A., per iniziativa di Mario Spagnol (Longanesi editore), gianni Merlini (UTET) e Luciano Mauri (Messaggerie italiane). La loro idea era quella di creare un editore che pubblicasse di nuovo edizioni tascabili di alcune case editrici italiane, tra cui Garzanti, Corbaccio, Guanda, Longanesi, Ponte delle grazie.

Con il tempo TEA è diventata più indipendente e ha iniziato a pubblicare romanzi e manuali anche in prima edizione.

Nel 2005 entra a far parte del gruppo Editoriale Mauri Spagnol.

Nel 2006 lancia il brand Tre60 con l’idea di pubblicare solo prime edizioni.

Le collane

Al momento la casa editrice conta 30 collane, di cui 10 all’attivo.

Le collane ancora in corso sono:

  • TEAdue
  • TEAtrenta
  • SuperTEA
  • Mystery TEA
  • TEA pratica
  • TEA varia
  • TEA più
  • I grandissimi
  • «I Grandi»
  • Narrativa

Il catalogo

TEA nel corso degli anni ha pubblicato 1800 titoli, e ogni anno si ripropone di pubblicare200 novità e 350 ristampe. Sul loro sito dicono di avere un volume di vendita di due milioni e mezzo di copie.

Ma cosa si può trovare nel loro catalogo?

L’editore si occupa principalmente di narrativa non di genere, storie vere e manualistica; spazio è dato anche ai reportage di viaggio.

Spulciando il catalogo si può avere un’idea della varia produzione della casa editrice, passando da libri che sono bestseller sia nazionali che internazionali, ma anche libri di settore, gialli, e grandi autori del secolo scorso ripubblicati.

Tra gli autori più celebri pubblicati dalla casa editrice troviamo Clive Cussler, James Patterson, Wilburn Smith, Patrick O’Brian.

Alcuni dei titoli che sono tra i più celebri sono invece Il profumo di Patrick Süskind, Il dio delle piccole cose di Arundhati Roy, Donne di Charles Bukowski, Memorie di una Geisha di Arthur Golden.

Quindi TEA ha una scelta abbastanza varia prediligendo letteratura main stream, con alcuni gioiellini tra le sue scelte editoriali, e anche alla portata di tutti visto la natura economica della casa editrice.

Per altre notizie sul mondo dell’editoria potete venirmi a trovare sulla sezione curiosità del blog. 

Per ora è tutto, vi do appuntamento al prossimo mese con un nuovo approfondimento sull’editoria italiana.

Giorgia

Le fonti che ho usato per questo articolo
https://www.tealibri.it/collane/
https://www.tealibri.it/casa-editrice
https://it.wikipedia.org/wiki/TEA_(editore)
In copertina: logo della casa editrice,fonte  messaggerieitaliane.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *