lezioni americane

Sulla Scrittura- Recensione di Lezioni americane di Italo Calvino

Reading Time: 2 minutes
Lezioni americane. Sei proposte per il prossimo millennio Book Cover Lezioni americane. Sei proposte per il prossimo millennio
Italo Calvino
Saggio
Edizioni Mondadori
1988
Cartaceo
164

"La "Leggerezza", la "Rapidità", l'"Esattezza", la "Visibilità", la "Molteplicità" dovrebbero in realtà informare non soltanto l'attività degli scrittori ma ogni gesto della nostra troppo sciatta, svagata esistenza." (Dalla quarta di copertina di Gian Carlo Roscioni alla prima edizione)

Continua la mia esperienza auto formativa nel cimentarmi in letture Sulla scrittura e sull’editoria. Questa volta tocca d un altro celeberrimo libro, dal titolo di Lezioni americane e firmato dalla prestigiosa penna di Italo Calvino, che oltre ad essere un grandissimo scrittore lavorava nella giovanissima redazione dell’editore Einaudi.

Di cosa parla Lezioni americane?

Questo volume è un saggio, un compendio fatto di “lezioni” universitarie, americane perché tenute proprio negli Stati Uniti.
Sei conferenze che parlano di libri, letteratura e costruzione di romanzi degni di essere chiamati tali.
Calvino, che di libri se ne intendeva, in questo volume parte da sei argomenti, sei filoni, sei titoli che racchiudono sei proposte per il prossimo millennio, come cita il sottotitolo, per consigliare i futuri scrittori per ispirarsi dai giganti del passato per costruire la l’editoria e i classici di domani.

Il libro è stato pubblicato postumo e il titolo deciso da chi ha raccolto gli appunti dello scrittore, certi però che Calvino avrebbe optato per qualcosa di diverso: Lezioni americane era il riferimento con cui lo stesso citava questo ciclo di conferenze con i colleghi, dunque è sembrato il più consono da adottare per la versione italiana. Il sottotitolo nasce invece probabilmente dall’intento di titolazione dell’autore, tradotto dal titolo che era stato scelto in inglese per il ciclo di conferenze

Quali sono questi sei temi? Nel volume si parla di leggerezza, di coerenza, di rapidità, di molteplicità, di visibilità e di esattezza. Tutti argomenti che vengono approfonditi in quelle che poi sono lezioni di letteratura di Calvino, con esempi e citazioni pratiche da i classici del suo tempo.
E così Flaubert, Balzac, Proust, ma anche Dante e molti altri avvalorano le sue tesi, affrontando gli argomenti quasi in un climax ascendente, dalla leggerezza fino alla coerenza, andando in un crescendo di intensità e importanza per l’autore.

In ogni parte di Lezioni americane possiamo fare un parallelo con uno degli scritti dell’autore: nella leggerezza è affrontato in I nostri antenati e Il barone rampante; nella rapidità è possibile collegare Il sentiero dei nidi di ragno; si possono affiancare poi l’Esattezza a Le cosmicomiche, ma anche a Ti con zero; e infine si può vedere un legame tra la Molteplicità a Se una notte d’inverno un viaggiatore, la Visibilità a Le città invisibili.

Lezioni americane è dunque un piccolo volume intenso che dà degli interessanti spunti di riflessioni e basi solide su cui creare la propria mentalità da scrittore, avvalorandosi degli illustri autori citati, prendendo esempio dai grandi scrittori del passato per aspirare anche in questo nuovo millennio alla grandezza della letteratura intesa come tale, mettendo oltre che la passione pure un pizzico di scienza, logica e rigore. Un grande conoscitore del campo che mostra idee e concetti per tracciare delle linee guida per i scrittori del futuro, coloro che nel nuovo millennio dovranno portare avanti la tradizione dei romanzieri dell’ottocento.

Consigliato a chi come me è un lettore appassionato, per fare un viaggio nelle idee di uno dei pilastri della letteratura moderna del nostro paese ma pure agli aspiranti scrittori, che imparare da chi ne sa quanto Calvino non si dovrebbe smettere mai.

Se vuoi acquistare il libro perché ti è piaciuta la mia recensione, qui trovi il link affiliato amazon.

Per altri consigli di lettura invece dai un’occhiata alle altre Recensioni di Book-tique.

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *