Scrivere un libro (e farselo pubblicare veramente)

Sulla Scrittura: Recensione di Scrivere un libro (farselo pubblicare veramente)

Reading Time: 2 minutes

Ritorno a parlarvi di libri sulla scrittura, per la rubrica omonima del mio blog. Il libro che ho letto questa volta si intitola Scrivere un libro (e farselo pubblicare veramente) ed è stato scritto da alcuni editor del gruppo editoriale Mauri Spagnol; devo fare una premessa: il libro è disponibile a costo zero su Amazon ed ha come finalità quella di promuovere un contest letterario dal nome IoScrittore. Lo dico perché si capisce che come scopo primario ha come scopo quello di promuovere il concorso, ma al suo interno si possono trovare comunque degli spunti interessanti.

Scrivere un libro (e farselo pubblicare veramente) parla di scrittura: il manuale che è si per se molto breve e scorrevole da consigli pratici sulla scrittura, focalizzandosi su alcuni temi chiave come titolo, incipit, caratterizzazione, ma non solo. Un volume piccolo ma ricco di esempi di successo e citazioni estrapolate da grandi classici, nonché scritto da professionisti dell’editoria dandoci il parere di chi fa veramente questo lavoro. Il suo scopo è di dare un po’ di aiuto a chi si approccia al mestiere dello scrittore, dando parecchi esempi meritevoli di nota in base alle regole che enumera.

Ho trovato Scrivere un libro (e farselo pubblicare veramente) un volume molto valido, specialmente perché scritto da esperti del settore editoriale, che da alcuni consigli interessanti, nonostante in alcuni punti si ripeta o si contraddica; il libro è diviso in macro aree in cui ci sono capitoli che in fin dei conti sono de gli articoli scritti da diversi editor, e quindi oltre a cambiare lo stile di scrittura cambia anche la prospettiva di ognuno di questi in base ad alcuni temi chiave.

La pecca più grande è però il titolo: un inizio che promette molto, ma non mantiene le promesse (contraddicendo cosa dice il manuale sulla titolazione per di più), diventando quasi un titolo che sembra ispirato al giornalismo click baiting: pretenzioso che fa alzare molto le aspettative del lettore, ma che apre un volume che effettivamente non insegna a scrivere un best seller, sia chiaro.

Invece ci vengono dati tanti piccoli consigli che usati da una persona che di suo ha già una buona dose di talento, possono aiutare a scrivere un romanzo potenzialmente vendibile; ma per un volume che è comunque venduto gratis su Amazon, risulta sempre un prodotto valido e interessante.

Il mio capitolo preferito è quello della definizione di scrittore: molto ironico, ma che con un po’ di sarcasmo ci fa capire chi dovrebbe essere lo scrittore di professione, nel bene o nel male, differenziandolo dal normale scrivente.

Scrivere un libro (e farselo pubblicare veramente) è il secondo titolo sulla scrittura che leggo, e anche questo sottolinea l’importanza di leggere per uno scrittore, dove qui viene data come cosa quasi scontata; come già detto, apprezzo molto questa insistenza perché ogni tanto ci si dimentica che per saper scrivere bisogna leggere molto!

La considerazione finale su Scrivere un libro (e farselo pubblicare veramente) dunque è che il libro va preso così com’è: una pubblicazione gratuita che da alcuni consigli di scrittura interessanti; alcuni potrebbero definire banale o scontate alcune parti, ma per chi legge da neofita davvero offre margine di miglioramento o alcuni trucchi del mestiere molto utili a chi si vuole approcciare per la prima volta al mondo della scrittura e cercare di scrivere il proprio primo libro.

ti è piaciuta la mia recensione? Acquista il libro qui

Giorgia

Se prima di andare volete leggere altre recensioni Sulla Scrittura venite a trovarmi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *