Sun Tzu: quando L'arte della guerra è applicata alla vita quotidiana

Recensione di L’arte della guerra di Sun Tzu

Reading Time: 3 minutes
L'arte della guerra Book Cover L'arte della guerra
Sun Tzu
Classico
Feltrinelli (anche se è disponibile in diverse edizioni)
Cartaceo- Ebook
96

“Se conosci il nemico e te stesso di sicuro vincerai” Il modo migliore per essere certi di vincere una guerra è assicurarsi la vittoria ancora prima di iniziare a combattere: questo è il principio fondante dell’Arte della guerra, con ogni probabilità il più antico manuale strategico della storia (VI secolo a.C.). Un obiettivo raggiungibile studiando i punti di forza e di debolezza dell’avversario, mantenendo la consapevolezza dei propri limiti ma anche la fiducia nelle proprie potenzialità, sorprendendo continuamente il nemico. E, prima di ogni altra cosa, controllando le informazioni, perché grazie alla conoscenza il destino della battaglia può davvero essere scritto prima che lo scontro cominci. L’essenzialità del messaggio e l’efficacia del magistero di Sun Tzu hanno fatto dell’Arte della guerra un testo di culto per chiunque voglia raggiungere un obiettivo nella vita o nel lavoro, dal manager al generale, dallo sportivo all’artista.

Il mese scorso ho deciso di variare un po’ le mie letture. Mi sono buttata in qualcosa d’impegnativo, iniziando a leggere uno dei libri di cui tutti hanno sentito parlare almeno una volta in vita propria.
Devo ammettere che è stato un libro impegnativo; ho dovuto soffermarmi, leggere, rileggere, riflettere e cercare di capire molto. Mi è sembrato come di colpo di tornare a dieci anni fa a quando studiavo all’università, e se devo essere onesta ancora ora sono un po’ dubbiosa sulla mia interpretazione di quanto letto.

Sun Tzu: quando L'arte della guerra è applicata alla vita quotidianaSto parlando di Sun Tzu, e del suo celeberrimo L’arte della guerra: un libro di poche pagine in cui lo stratega racconta tecniche e tattiche militari.

Quest’opera deriva dalla tradizione orale tramandata dal filosofo cinese, che si dice abbia trascritto di suo pugno, su delicati astucci di bambù, i suoi precetti militari. Il manuale risale al IV secolo a.C. e a oggi è il più antico volume in circolazione che tratta di arti belliche.

L’arte della guerra è un compendio sulla scienza militare, un testo che racchiude una serie di massime, trucchi, accorgimenti e perle di saggezza che servono a un buon comandante per vincere un conflitto. Diviso per brevi capitoli ci parla del terreno del conflitto, di spie e di tattiche vincenti per uscire gloriosi da una battaglia.

Il generale deve essere un uomo che sa adattarsi alla situazione, cambiare idea e scegliere delle tattiche diverse per portare a segno il suo obiettivo. Dunque Sun Tzu rivela un grande segreto per il successo militare: non esistono delle strategie valide in assoluto, ma regole da applicare a seconda delle circostanze e la persona al comando deve essere in grado di analizzare la determinata situazione della battaglia corrente.
Come fondamenta di questa regola c’è la conoscenza profonda di sé stessi, del proprio avversario, e delle condizioni dello scontro. Perché senza sapere a cosa si va in contro si è perduti.
Una conclusione spiazzante a cui arriva Sun Tzu è che non esiste miglior vittoria di quella che lascia il nemico in perfette condizioni.

Queste regole razionali che vengono espresse con uno stile pragmatico e duro, quasi a erigersi a Sun Tzu: quando L'arte della guerra è applicata alla vita quotidianaverità assoluta. Malgrado la rigidità delle parole del filosofo, questi precetti possono avere anche un significato più profondo.
Il generale può essere anche la metafora di ognuno di noi, nella battaglia del nostro quotidiano. Alcuni di queste disposizioni sono reinterpretatili nelle nostre consuetudini, perché, come una guerra, la nostra vita è costellata di conquiste e vittorie, fallimenti e stratagemmi.

Sicuramente in futuro rileggerò questo piccolo manuale, per comprenderlo più a fondo e analizzarlo ancora meglio. Non ho infatti la pretesa di essere né una filosofa né una stratega militare, per tale motivo questa recensione vuole essere l’espressione di ciò che questo libro ha donato a me personalmente. Non mi arrogo la presunzione di averlo compreso appieno e penso che in fase di rilettura questo libretto possa donarmi ancora molto.

L’arte della guerra è un grande libro, da leggere per andare oltre al concetto di strategia, per arricchire la mente cercando di trovare come mettere in pratica nella vita di ognuno di noi gli spunti di Sun Tzu per vincere la propria guerra.

Giorgia

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con un nuova recensione!

Giorgia

in copertina foto by David Castor from wikicommons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *