Recensione di Manuale per ragazze rivoluzionarie di Giulia Blasi

Recensione di Manuale per ragazze rivoluzionarie di Giulia Blasi

Reading Time: 2 minutes
Manuale per ragazze rivoluzionarie Book Cover Manuale per ragazze rivoluzionarie
Giulia Blasi
Saggistica
Rizzoli
2018
Cartaceo- Ebook - Audiolibro
302

Care lettrici (e cari lettori) di ogni età, questo appello appena lanciato da Giulia Blasi non è una boutade, ma un invito serio, formulato dopo anni passati a osservare come si muovono uomini e donne in Italia. Una società che oggi è tecnologica, in rapida evoluzione, ma purtroppo non ancora paritaria fra i sessi in termini di rispetto, opportunità, trattamento.
Certo non si può dire che nel Novecento non siano stati fatti enormi passi avanti per le donne, basti pensare al diritto di voto o alle grandi battaglie per il divorzio e l'aborto. Ma dagli anni '80 in poi il femminismo si è come addormentato, mentre il successo nel lavoro (e in politica, nell'arte) ha continuato a essere per lo più riservato ai maschi e in tv apparivano ballerine svestite e senza voce. Per non dir di peggio: la violenza sulle donne non si è mai fermata e chi denuncia le molestie tuttora corre rischi e prova vergogna.
Ecco perché oggi è giunto il momento che le ragazze di ogni età raccolgano il testimone delle loro nonne e bisnonne per proporre un cambiamento epocale, per fare una rivoluzione che ci porti tutti - maschi e femmine - a un mondo in cui ciascuno abbia le stesse occasioni per affermarsi secondo i propri talenti e non si senta più obbligato a aderire ai modelli patriarcali - cacciatori & dominatori vs angeli del focolare & muti oggetti di desiderio sessuale - che, spesso in forme subdole, continuano a esserci proposti.
Sembra impossibile? Non lo è! In questo saggio profondo ed elettrizzante Giulia Blasi analizza con spietata lucidità le situazioni che le donne oggi quotidianamente vivono e offre, in una seconda parte pratica del libro, consigli concreti per mettere in atto un femminismo pieno di ottimismo e spirito di collaborazione (evviva la sorellanza!) che possa rendere tutti più sereni, rispettosi, appagati e felici. Anche gli uomini.
 

L’audiolibro, sempre grazie al mio abbonamento Audible.it, che ho ascoltato a luglio è un libro di cui ho sentito parlare davvero bene, ovvero Manuale per ragazze rivoluzionarie: Perché il femminismo ci rende felici di Giulia Blasi. La sua autrice che non conoscevo prima è un’attivista femminista, scrittrice, giornalista, conduttrice radiofonica nonché una delle fondatrici del movimento #quellavoltache.

Il libro, in maniera completa e approfondita parla di femminismo intersezionale a tutto tondo: parla del patriarcato come entità che sulla carta non esiste ma influenza la nostra vita, d’inclusione, di parità, di diritti, di cultura dello stupro e di shaming, di mansplaining o minchiarimento, di mascolinità tossica, di sorellanza, di privilegio, di attivismo in maniera pratica, di difendersi dagli attacchi anche essendo femministi in internet al giorno d’oggi.

Un saggio che in maniera brillante, lucida, e delle volte anche molto personale basandosi sull’esperienza della sua autrice, ci racconta il femminismo moderno e la sua visione del mondo.

La brutale sincerità di Blasi, affiancata a un sarcasmo pungente rendono la lettura, o l’ascolto come nel mio caso, piacevole e costruttivo: Manuale per ragazze rivoluzionarie ci insegna molto e posso dire con certezza che l’ho trovato il libro più completo sul femminismo che io abbia letto. Non sono un’esperta e sto ancora affrontando la lettura di questi temi, ma a oggi tra i testi che ho letto questo è quello che i ha dato e spiegato di più: Blasi ci regala consapevolezza, spiega a fondo argomenti non sempre affrontate e snocciola punti critici.

Molto spazio viene dato alla sorellanza e i legami di condivisione e sostegno al femminile, ma si ricorda anche il conflitto creato dal patriarcato tra donne fomentando la divisione anziché lo stringersi assieme e fare gruppo, promuovendo l’immagine di una donna forte che anch’essa è simbolo di patriarcato.
Insomma: tutti argomenti molto interessanti, approfonditi e ben discussi che ci danno davvero un’idea completa della situazione odierna e di quanto ci sia ancora da fare in termini di parità vera e propria.

Manuale per ragazze rivoluzionarie è un libro che di certo fa conoscere e approfondire la disuguaglianza ai giorni d’oggi; un saggio che fa riflettere su mote cose pratiche e quotidiane, dalla paura di dire al proprio capo di essere incinta, dal sentire i parenti a natale che ti chiedono quando ti trovi un fidanzato, dal sentirti spiegare da un uomo che sa molto meno di te su un dato argomento qualcosa con saccenteria e condiscendenza.
Un testo che ci ricorda che abbiamo tutti ancora molto da lavorare per la parità, ma allo stesso tempo leggere le parole di Blasi mi dà speranza che assieme si può di certo cambiare qualcosa.

Per concludere, Manuale per ragazze rivoluzionarie io lo consiglio a tutti, ma proprio a tutti, perché è un testo davvero utile e necessario per approfondire l’argomento femminismo e per comprendere appieno ancora le dinamiche distorte di questa nostra società.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *