Le streghe recensione libro roald dahl

Recensione di Le streghe di Roald Dahl

Reading Time: 2 minutes
Le streghe Book Cover Le streghe
Roald Dahl
Infanzia
Salani
1983
Cartaceo- Ebook
195

Un racconto inquietante che vi farà sapere chi sono le vere streghe. Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma quelle elegantissime, somiglianti a certe signore che probabilmente già conoscete? Come fare a individuarle? Bisogna stare attenti a chi porta sempre i guanti, a chi si gratta la testa, a chi si toglie le scarpe a punta sotto il tavolo e a chi ha i denti azzurrini, perché tutto ciò serve a nascondere gli artigli, i crani calvi, i piedi quadrati, la saliva blu mirtillo: tutti segni distintivi delle vere streghe. Sapendo questo potrete evitare di venir trasformati in topi.

Con il gruppo di lettura #storiedallinfanzia stiamo rileggendo alcuni dei libri che ci hanno fatto compagnia quando eravamo bambini. Questo mese è toccato a Le streghe di Ronald Dahl, un altro dei libri della mia infanzia.

Di cosa parla Le streghe?

Il racconto parla, come suggerisce il suo titolo, di streghe; inizia da consigli su come riconoscere le megere, ma poi ripercorre l’esperienza personale del narratore: il bambino ci narra di come le ha incontrate quelle terribili streghe, prima grazie ai racconti della sua nonna e poi finendo per caso al congresso annuale delle streghe inglesi.

Le streghe è un libro spassoso, una lettura per l’infanzia che fa ridere anche noi grandi, sia per i suoi preziosi consigli su come riconoscere una strega, ma anche per le avventure che in esso vengono vissute.

Questo classico della letteratura per l’infanzia è una storia fantastica e fantasiosa che ha incantato generazioni di piccoli lettori, una favola a lieto fine che porta con sé una morale molto bella, ma anche un bell’incitamento alla ribellione (quella buona).

Credo infatti che Le streghe piaccia ai bambini per come il protagonista proprio perché non è il classico libro che tenta di formare o insegnare qualcosa, proponendo storie ovattate e mirate alla mera educazione; al contrario, la storia di Dahl è risate e spasso, avventura e anche un brivido di paura, ribellione e magia, con un insegnamento sì  nella morale finale, così che i bimbi divertendosi secondo me lo interiorizzano anche meglio.

Io sono certa di avere letto questo libro da ragazzina ma devo essere onesta, se mi ricordavo vagamente come riconoscere una strega, della storia vera e propria non ricordavo nulla: è stato per questo divertente rileggerlo, una piccola (ri)scoperta per me, nonostante lo abbia già letto in passato. Bello, lo consiglierò e regalerò a tutti i bambini che conosco!

Le streghe è un libro che dunque consiglio a tutti i bambini (ma anche a qualche adulto, eh!), per ridere e spaventarsi delle ben nascoste nella società fattucchiere; ma soprattutto per riconoscerle, perché siete proprio sicuri che una strega non sia vicino a voi in questo momento?

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *