La recensione di Lettere da Babbo Natale di J.R.R.Tolkien

Reading Time: 2 minutes
Lettere da Babbo Natale Book Cover Lettere da Babbo Natale
J.R.R.Tolkien
Raccolta
Bompiani
1976
Cartaceo
106

Ogni dicembre ai figli di J.R.R. Tolkien arrivava una busta affrancata dal Polo Nord. All'interno, una lettera dalla calligrafia filiforme e uno splendido disegno colorato. Erano le lettere scritte da Babbo Natale, che narravano straordinari racconti della vita al Polo Nord: le renne che si sono liberate sparpagliando i regali dappertutto; l'Orso Bianco combinaguai che si è arrampicato sul palo del Polo Nord ed è caduto dal tetto direttamente nella sala da pranzo di Babbo Natale; la Luna rottasi in quattro pezzi e l'Uomo che ci abitava caduto nel retro del giardino; le guerre con le moleste orde di goblin che vivono nei sotterranei della casa! Dalla prima lettera scritta al figlio maggiore di Tolkien nel 1920 all'ultima, toccante, del 1943, per la figlia, questo libro raccoglie tutte quelle lettere e tutti quei disegni bellissimi in una unica edizione.

È mancato un po’ di Natale nel blog quest’anno: mi piace dipingere a festa anche questo spazio virtuale che ho generalmente. E io il Natale lo amo (spoiler, domani è anche il mio compleanno). Ma quest’anno è andata così purtroppo. In compenso nella vita fuori da internet il Natale è stato ben presente, dopo tre anni lontana dai miei cari, mi sto godendo il clima festivo e io mio amore per il Natale. Come ogni anno però ho fatto una lettura a tema, e quest’anno è toccato a Lettere da Babbo Natale di Tolkien, che è stata davvero una coccola ed è stata la lettura giusta per questo Natale.

Lettere da Babbo Natale è una raccolta delle lettere che proprio l’amato Papà Natale, che poi è lo stesso Tolkien, scrisse ai suoi figli per più di 20 anni fingendosi il leggendario Nicola che dal Polo Nord ogni anno porta i regali ai bambini di tutto il mondo.

Questo è un librino non troppo lungo, colorato sia nelle sue storie ma anche nella veste grafica perché corredato dalle foto dei disegni e delle lettere originali che Tolkien scriveva ai figli; lo scrittore del Signore degli anelli si è sbizzarrito e ha cambiato addirittura stile di scrittura (anche visivamente) per i vari protagonisti delle storie che raccontava ai suoi bambini. Per esempio Babbo Natale, che è un signore molto anziano, scrive tutto tremolante ma fa dei disegni molto belli; oppure l’Orso Polare scrive in grassetto e con parecchi errori grammaticali.

Ancora una volta questo autore dimostra avere una fantasia sconfinata, e attraverso la testimonianza di queste lettere ce la mostra anche nella sua vita privata, nel voler rendere speciale il Natale ai suoi figli. Ho trovato questa cosa un gesto davvero dolce, oltre che geniale: si inventa ogni volta storie nuove ambientate in cima al mondo, li dove abita Babbo Natale con i suoi vari aiutanti.

Lettere a Babbo Natale dunque immerge totalmente nelle atmosfere natalizie, portando magia e facendo riaffiorare quei bellissimi ricordi di attese frementi le notti prima di Natale di quando eravamo bambini: Tolkien si inventa tutta la vita di Babbo Natale, i suoi assistenti e aiutanti (un orso bianco e solo dopo degli elfi) e anche le sue personali battaglie contro i goblin per esempio. L’autore usa anche il suo amico barbuto come voce per far passare alcuni messaggi, in momenti come per esempio quello della seconda guerra mondiale in cui era difficile a pensare alle cose materiali, e quindi ha usato il suo alter ego anche per in un certo modo educare i suoi figli.

Insomma, Lettere da Babbo Natale è un libro he consiglio assolutamente da leggere in questo periodo dell’anno perché trasmette tutto lo spirito e la gioia di questa festività. Leggendolo non ho potuto che pensare che avrei voluto un papà come Tolkien da bambina, perché le sue lettere sono davvero di una dolcezza infinita.

Leggetelo dunque, e non ve ne pentirete.

Io per ora vi salutò e vi auguro di passare una splendida vigilia di Natale.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *