Diario letterario di un’italiana in Australia: Cosa l’Australia mi ha insegnato

Reading Time: 3 minutes

Cosa l’Australia mi ha insegnato

Vivere all’estero è un’esperienza di vita unica, e chi la ha vissuta sa bene di cosa parlo.

Trovarsi in un paese straniero da straniero, non capire al 100% quel che la gente ti dice, magari essere guardato di sbieco perché hai un accento diverso non è sempre una passeggiata; come pure confrontarsi con una nuova cultura, nuovi luoghi mai visti, nuova burocrazia da affrontare e tutto ciò che ne consegue. Tutto questo il più delle volte da solo, o al più se sei fortunato come me con il tuo compagno o la tua compagna. Ma credo sia qualcosa che fortifichi e forgi un po’n il modo in cui sei, e inevitabilmente ti cambia.

A settembre saranno passati tre anni da quando sono partita con uno zaino all’avventura non sapendo assolutamente quello che mi aspettava – e mai mi sarei immaginata onestamente di essere ancora qui – e vicino a questo traguardo mi sono trovata a riflettere sulla mia esperienza nel complesso. L’Australia è un paese meraviglioso, non per forza la terra promessa che molti raccontano, ma un paese con un sacco di opportunità, e anche molte contraddizioni.

L’Australia mi ha insegnato tante cose, partendo dalla sua lingua. Sono partita credendo di parlare abbastanza inglese, e sono arrivata capendo qui che non era assolutamente vero, per arrivare a essere fluente solo ora e poter dire ufficialmente di saper parlare inglese – anche se lo so che ho ancora un po’ di strada da fare per la perfezione.

Questo paese mi ha insegnato che il lavoro ha valore e va rispettato, cosa che purtroppo l’Italia non insegna ai giovani. Mi ha insegnato che sporcarsi le mani per guadagnare il denaro è faticoso, ma ripaga e dà molte soddisfazioni, specie se come me non si era mai fatto un lavoro che comportasse l’uso delle mani, se non su una tastiera di un PC. Mi ha insegnato che se ti dai da fare i tuoi meriti vengono riconosciuti e premiati, che c’è spazio per tutti. Sempre parlando di lavoro l’Australia mi ha mostrato i miei limiti e mi ha insegnato che posso fare ogni cosa, che i limiti sono solo nella mia testa, con la giusta perseveranza e impegno posso ottenere quello che voglio.

Allo stesso tempo questo paese mi ha insegnato che sì, si può andare con calma, non bisogna per forza correre e stressarsi troppo. Prendersi un attimo, respirare e riprendere fiato è quello che serve ogni tanto.

L’Australia mi ha insegnato che la natura è meravigliosa, Ma non sempre amichevole. E checi si abitua a tutto, anche agli insetti e ai ragni. Ho imparato anche che c’è una sia bellezza anche a vivere in posti remoti, il conoscersi tutti, la natura incontaminata, il non ostentare una vita sociale perché si deve oppure non sentirti gli occhi puntati addosso per come sei vestito.

L’Australia mi ha insegnato che non è bello essere trattato diversamente perché non sei nato nel paese in cui vivi, ma allo stesso tempo, so che sembra una contraddizione ma è così, che ogni cultura e diversa e ha una sua bellezza, che le differenze ci fanno crescere e non dividono. Mi ha insegnato che la gentilezza e l’aiuto arrivano anche da chi non te lo aspetti, e che non serve capirsi al 100 per 100 per trovare un amico.

Questo paese pieno di culture e di persone diverse mi ha insegnato che nonostante sia una fan sfegatata della cucina italiana, si mangia bene in un sacco di alti posti nel mondo, e che va bene assaggiare anche la pizza di Dominos.

Viaggiare per più di un anno con solo uno zaino mi ha insegnato che gli oggetti non sono così importanti ed è più facile di quel che credessi lasciare andare le cose.

L’Australia mi ha Insegnato che avere di fianco a me Fede è una grande forza, senza di lui sarei crollata tante volte; vivere così lontana da casa ti fa apprezzare quello che avevo, anche che vivere così lontana dai miei cari è brutto, specie in momenti strani come quello che stiamo vivendo.

Nonostante non tutte le esperienze in Australia siamo state belle devo ringraziare questo paese, le opportunità che mi ha dato, e quello che mi ha insegnato. Sono una persona diversa da quella me stessa di tre anni fa, spero migliore, ed è grazie alle esperienze vissute in questo paese.

Quindi, grazie Australia.

I capitoli precedenti li trovate in questa pagina.

A presto!

Giorgia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *