#leggiunebookanchetu: Ma gli ebook sono davvero di nostra proprietà?

#leggiunebookanchetu: Ma gli ebook sono davvero di nostra proprietà?

Reading Time: 3 minutes

Ma gli ebook sono davvero di nostra proprietà?

Quando acquistiamo un libro cartaceo, forte anche dell’oggetto fisico, a meno che qualcuno ce lo rubi oppure a qualcuno a cui lo abbiamo prestato non lo restituisce mai, quello rimane nostro per sempre. Ma gli ebook? Cosa succede in quel caso? Sono davvero nostri?

È una domanda interessante. La prima volta che ho sentito parlare di questo tema era ascoltando un podcast a tema editoria, Abisso editoriale, e in una puntata si parlava dell’editoria digitale ed è stato affrontato proprio questo argomento. E così ho scoperto che no, se io compro un ebook non ne sono il proprietario.
La cosa mi è stata confermata anche durante un corso che ho seguito l’anno scorso di Edday, piattaforma di Chiara Berretta Mazzotta, in cui anche lei sottolinea che quando il lettore acquista un libro digitale acquista una licenza, non la proprietà del libro.

Ma perché gli ebook non sono davvero di nostra proprietà?

Il discorso è complesso ed è legato molto alla pirateria e lo scambio del bene ebook: non ci è nuovo il fatto che la maggior parte degli ebook sul mercato abbino un codice al loro interno, DRM, che non permette di trasferirli ad altri. È importante difendere la proprietà e combattere lo scambio illegale di libri, ma allo stesso tempo se io voglio prestare un libro in cartaceo o rivenderlo come usato lo posso fare, per gli ebook questo è un grande limite. Ma questo è un altro discorso.
Tornando al punto, per evitare la pirateria dunque viene fornito un contratto di licenza che ci vincola a determinati comportamenti con il libro, che non diventa nostro al 100% per evitarne lo scambio illegale e una perdita al mercato editoriale.
L’altro lato della medaglia è questo: un ebook non è mai totalmente nostro a parte in rari casi.

Quindi cosa compro quando compro un ebook?

Quando acquisti da uno store online tramite il bottone clicca qui acuisti la fruizione del contenuto (questo accade anche con la musica e i film ad esempio) nelle note legali è scritto proprio chiaramente che l’ebook viene dato in licenza, anche se nessuno ha mai pensato di sostituire il bottone acquista. Curiosa vero come cosa?

Nonostante dunque noi crediamo di essere proprietari di un determinato titolo questo non è vero, perché se Amazon o qualsiasi altra piattaforma che ce lo ha venduto decidesse di ritirare il prodotto dal mercato noi non lo avremmo più nella nostra libreria digitale.
Ed è accaduto una volta: come leggo in un articolo di repubblica «nel 2009 Amazon ha cancellato un’edizione di 1984 di Orwell dai lettori di chi l’aveva “comprato”» e in quel caso non si può fare nulla per recuperare il denaro investito, perché nelle condizioni di acquisto questa cosa è specificata.

Bella fregatura eh.

Sì, lo so cosa direte voi adesso: ma questa che fa, è una rubrica legata alla lettura digitale, e parla male della cosa che vorrebbe difendere? Questa può essere una visione della cosa, ma allo stesso tempo a me piace essere consapevole e e se mi interessa un argomento divento più curiosa e cerco d’informarmi per bene. Perché poi non aiutare altri a essere consapevoli anche loro?

Dunque questa cosa della proprietà non è proprio un punto a favore nella lista dei pro e dei contro della lettura digitale, e immaginando scenari apocalittici e un mondo dove Amazon dovesse fallire io non avrei più accesso ai libri che ho pagato e ho comprato (e in quel caso il mio Kindle sarebbe totalmente inutile perché non potrei più acquistare libri, ma questo è un altro argomento). È come una sorta di noleggio, vediamola così. Certo non è un’ipotesi probabile, ma chi può mai dire cosa accadrà?

Quindi mettiamoci il cuore in pace ed accettiamo questa cosa: gli ebook sono davvero di nostra proprietà? No. Ci sono molti vantaggi nella lettura digitale ma non saremo mai proprietari dei libri che acquistiamo in ebook.

Al prossimo mese con un nuovo approfondimento digitale e una nuova puntata di #leggiunebookanchetu.

Le puntate precedenti le trovate qui.

Giorgia

 

Le fonti usate per questo articolo:
https://www.repubblica.it/tecnologia/2016/10/15/news/libri_film_e_musica_online_compro_ma_non_e_mio_-149804615/
https://www.focus.it/tecnologia/digital-life/ebook-mp3-file-digitali-possesso-materiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *