Non è mica la vergine Maria recensione libro feby indirani

Recensione di Non è mica la vergine Maria di Feby Indirani

Reading Time: 2 minutes
Non è mica la vergine Maria Book Cover Non è mica la vergine Maria
Feby Indiarani
Raccolta di Racconti
Add
2019
Cartaceo- Ebook
192

In Indonesia, la più popolosa nazione musulmana al mondo, i veli che coprono i volti delle donne – e delle bambine – sono esplosi come una moda. Di recente il governatore della capitale Jakarta, Ahok, è stato arrestato con l’accusa di blasfemia perché, cristiano, ha osato citare il Corano in campagna elettorale. Da questo clima nascono i diciannove racconti di Feby Indirani, parodie provocatorie che con acume e umorismo mettono in rilievo le incongruenze dell’islam radicale. Musulmana ed emancipata, l’autrice offre una lettura femminista della vita sociale dell’Indonesia contemporanea sottoposta all’ortodossia islamica.

Scenari surreali, fate, animali che parlano, diavoli annoiati contribuiscono a creare storie che giocano con il paradosso e la contraddizione: una giovane modella per riviste erotiche sostiene di essere incinta senza aver fatto sesso; una maialina, animale impuro per eccellenza, vuole convertirsi all’islam prima di morire; un uomo esasperato elabora piani sofisticati per assassinare il muezzin che ogni notte lo disturba pregando dagli altoparlanti della moschea vicina.

Leggera e sfacciata, Feby Indirani è la prima autrice indonesiana ad aver osato tanto. È riuscita a superare sfide come il rifiuto di molti editori e tipografie a pubblicare e stampare il libro, ottenendo un’accoglienza entusiasta dal pubblico.

Per il gruppo di lettura che organizzo a cadenza mensile dedicato ai racconti, chiamato proprio Il club del racconto, questo mese abbiamo letto una raccolta davvero affascinate scritta da un’autrice indonesiana e pubblicata in Italia da una piccola realtà, Add editore, che ha una collana interessantissima dedicata alla letteratura asiatica. Il titolo di questa raccolta è Non è mica la vergine Maria e scritta da Feby indirani.

I racconti, partendo dal titolo dissacrante della raccolta, esplorano l’universo islamico, cultura predominante nell’Indonesia moderna, attraverso storie brevi e dissacranti che fanno sorridere e avvicinare a questa cultura. E così in queste storie sentiamo parlare di angeli e diavoli, delle vergini che aspettano i bravi credenti in paradiso, di donne che scordano il proprio nome, di jinn, e di novelle vergini Marie e di molto altro.
I temi approfonditi sono molti e ruotano tutti attorno alla religione musulmana, mostrando molte facce di questa credenza, senza demonizzazioni ma mostrando storie più o meno leggere in chiave humor.

Diciannove racconti da un tono decisamente irriverente in cui l’autrice ci mostra i paradossi e alcune comicità della religione islamica. Comica, sarcastica, decisamente fuori dalle righe, mostra una faccia molto sfaccettata della cultura islamica tra modernità e tradizioni, tra radicalismi e apertura mentale. Affascinante, da uno stile semplice e fluido, la raccolta si legge piacevolmente e con leggerezza ampliando gli orizzonti del lettore verso una cultura lontana e ben radicata in un paese come l’Indonesia.

Ho conosciuto questo libro grazie a Copertina un podcast scritto e presentato dallo scrittore Matteo B. Bianchi, che parla propri di libri e lettura, e appena glia avevo sentito parlare entusiasticamente di questo libro era finito direttamente in wishlist. Così lo ho proposto al gruppo di lettura visto che era una raccolta di racconti e finalmente sono riuscita a leggerlo insieme alle ragazze del nostro piccolo club del libro tematico: devo dirvi che è stata una lettura piacevole, interessante a livello culturale per l’approfondimento sulla cultura islamica contestualizzata ai tempi moderni in un paese in cui ortodossia e liberalismo convivono pacificamente. E nonostante il tema,l’ho trovato divertente, dissacrante, ironico e leggero, che si legge in un pomeriggio con piacere e interesse.

Devo quindi dirvi che Non è mica la vergine Maria è un libro che consiglio a chi cerca una lettura leggera ma che ci faccia scoprire allo stesso tempo culture lontane.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *