pomeriggio d'estate recensione libro shirley jackson

Recensione di Pomeriggio d’estate di Shirley Jackson

Reading Time: 2 minutes
Pomeriggio d’estate Book Cover Pomeriggio d’estate
Shirley Jackson
Racconti
Adelphi
2020
Ebook
28

Com’è forse noto, una vita familiare particolarmente impegnativa impedì a Shirley Jackson di seguire la propria carriera letteraria con la concentrazione che le dedicherebbe una sua collega dei nostri giorni. Risultato, alla sua morte è stato ritrovato un numero di racconti inediti superiore alla media. “Invito a cena” e “Pomeriggio d’estate”, che presentiamo qui, sono tratti dal volume che li raccoglierà tutti, “La luna di miele della signora Smith”.

Adelphi edizioni ha creato una collana di ebook dal titolo Microgrammi, in cui pubblica racconti brevi, alcune volte inediti oppure tratti da raccolte più ampie, in piccoli volumi che hanno un costo abbastanza ridotto (si parla di 1,99 euro); i nomi che vi sono pubblicati sono tra gli altri Luis Robert Stevenson, Emmanuel Carrère, Jorge Luis Borges, Carlo Emilio Gadda. Io di questa collana ho acquistato Pomeriggio d’estate di Shirley Jackson, visto che era da tempo che volevo approcciarmi a questa autrice.

I racconti contenuti in questo volume sono due, dal titolo Invito a cena e proprio Pomeriggio d’estate da cui prende il nome il volume. Le storie sono abbastanza diverse tra loro ma accomunate da un velo di mistero e paranormale, non prendendo però toni cupi o paurosi; anzi, al contrario le due storie brevi mi sono sembrate molto luminose nonostante i risvolti dell’orrore che prendono.

Invito a cena parla di una ragazza che invita a cena un pretendente altezzoso e arrogante. Si presenterà a casa sua una donna ad aiutarla che dice di essere un’amica della madre.

Pomeriggio d’estate parla invece di due amichette che giocano sempre assieme, e che un giorno vanno a trovare una bambina vicina di casa, che vedono solo dalla finestra mentre sposta i giocattoli sul davanzale.

Ho trovato lo stile di Jackson perfetto: limpido, intrigante, che lascia la fluidità del racconto ma anche un certo velo di mistero. I dialoghi poi sono una delle cose che mi è piaciuta di più: impeccabili e realistici.
Nel secondo racconto poi, Jackson descrive delle scene in cui mostra il rapporto di due bambine che sembrano amichette del cuore, e devo dire che è stata magistrale a rendere quanto più verosimile possibile questo rapporto; sembra infatti di sentir parlare davvero due bambine, e mi ha colpita molto come cosa.

In Invito a cena invece ho potuto leggere dei chiari riferimenti femministi, dove un uomo dimostra abbondantemente la sua presunzione e sottolinea la sua superiorità di fronte a una donna che non considera all’altezza di niente: semplice inclinazione caratteriale, o un richiamo alla condizione femminile generale di quegli anni?
Simbolicamente poi, un’altra donna aiuterà a vincere almeno moralmente la “sfida” con questo. Ci ho visto dei temi femministi proprio per la maniera in cui viene raccontato questo rapporto tra i due, ma anche per alcune frasi della scrittrice stessa, dove il secondo non risulta solo arrogante ma paternalistico e condiscendente nel modo più sbagliato.

Il paranormale poi accomuna entrambe le storie, dando una svolta alle due storie con eventi straordinari, che però non sfociano nella paura ma più nella superstizione. Pomeriggio d’estate mi ha fatto tornare alla mente per esempio le storie di fantasmi che si raccontano tra da bambini.

Devo dunque dire che Jackson mi ha conquistata con queste due sue storie brevissime, e non vedo l’ora di leggere altro di suo, magari qualcosa di più lungo.

Se leggete in digitale e volete affrontare una lettura interessante, magica e breve devo dire che questo libro fa decisamente per voi.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *