Sulle rive del mare silente

PoeticamenteVenerdì – Sulla riva del mare silente, Heinrich Heine

Reading Time: < 1 minute

Ritornano le nostre poesie, come ogni venerdì. Questa settimana volevo omaggiare Heinrich Heine, esponente del romanticismo tedesco con i suoi versi in  Sulla riva del mare silente. Una poesia che ricorda le parole di Byron, ovvero essere poeta un uomo deve essere innamorato o infelice, nonché il celebre dipinto di Caspar David Friedrich, “Uomo e donna che contemplano la luna”.

Vi lascio con il testo di Sulla riva del mare silente

“Sulla riva del mare silente

Si è levata la notte, e la luna

Si fa largo attraverso le nubi,

E si sente sussurrare i flutti:

Quell’uomo, laggiù, certo è un pazzo,

O deve essere innamorato,

Perché ha l’aria avvilita e contenta,

È contento ed è insieme avvilito?

E la luna guardandolo ride,

E con limpida voce dichiara:

Quello è innamorato ed è pazzo,

E per giunta è anche un poeta.

Heinrich Heine”

 

Giorgia

 

Per altre poesie della rubrica, venite a trovarmi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *