Book-tique PoeticamenteVenerdì - Ti auguro tempo, di Elli Michler

PoeticamenteVenerdì – Ti auguro tempo, di Elli Michler

Reading Time: 2 minutes

Questo venerdì vi propongo una poesia intitolata Ti auguro tempo di Elli Michler, straordinaria poetessa tedesca. Questa è una delle sue poesie più celebri, e una delle più popolari anche in tema di tempo che scorre.

Vorrei fare però una piccola premessa: la poesia è, a parer mio, il modo più artistico di giocare con le parole. Serve a esprimere emozioni e sensazioni, che diversamente, sotto altre forme, non susciterebbero nel lettore l’empatia che solo dei versi ti sanno trasmettere. Mi piace leggere poesia con parsimonia, per godermi il momento e ricordare un determinato attimo.

Dedicherò, per questo, i miei venerdì a questa meravigliosa arte, con la mia rubrica  PoeticamenteVenerdì.

Non ti auguro un dono qualsiasi,

ti auguro soltanto quello che i più non hanno.

Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;

se lo impiegherai bene potrai ricavarne qualcosa.

Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare,

non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo, non per affrettarti a correre,

ma tempo per essere contento.

Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,

ti auguro tempo perché te ne resti:

tempo per stupirti e tempo per fidarti e non soltanto per guadarlo sull’orologio.

Ti auguro tempo per guardare le stelle e tempo per crescere, per maturare.

Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.

Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo per trovare te stesso,

per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.

Ti auguro tempo anche per perdonare.

Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.

Elli Michler

La poesia o la si ama o la si odia, e voi che ne pensate di questa forma letteraria? Vi Piace la Michler?

Se vuoi leggere altre poesie, vieni nella sezione delle Poesie di Book-tique.

Al prossimo venerdì con una nuova poesia.

Buon fine settimana

Giorgia

2 pensieri su “PoeticamenteVenerdì – Ti auguro tempo, di Elli Michler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *