parità in pillole recensione libri

Recensione Parità in pillole di Irene Facheris

Reading Time: 2 minutes
Parità in pillole Book Cover Parità in pillole
Irene Facheris
Rizzoli Libri
2020
Cartaceo- Ebook - Audiolibri
208

Perché parità in pillole? E che cosa contengono queste pillole? Per rispondere alla prima domanda, basta guardarsi attorno. Viviamo in una società “a gradini” che ancora oggi offre opportunità diverse a soggetti con caratteristiche differenti: non solo a uomini e donne, ma anche a bianchi e neri, persone etero- e omosessuali e via dicendo. Siamo talmente abituati a vederci attorniati da queste situazioni di privilegio e discriminazione che talvolta non le riconosciamo neppure come tali o le consideriamo “normali”. ma siamo sicuri che, a prescindere dalla nostra personale condizione di privilegio, possiamo vivere sereni in un mondo in cui una donna, a pari mansioni e competenze, guadagna meno di un uomo, o dove chi non risponde a canoni estetici più o meno espliciti si vergogna e magari non trova nemmeno lavoro, o dove un uomo non può permettersi di essere emotivo? Ecco, quindi, il senso di questo libro: offrire uno strumento per costruire rapporti paritari e porre le basi per una società davvero inclusiva, dove tutti, anche coloro che stanno in posizioni di potere, possano trarne beneficio e vivere meglio. A questo scopo – passiamo ora al contenuto delle pillole –, l’autrice Irene facheris esamina una a una le discriminazioni più diffuse (dalla rape culture al sessismo benevolo, dalla omobitransfobia al Classicismo) per invitare tutte e tutti a diffondere attivamente una sensibilità nuova. Perché – come spiega facheris – “Il personale è politico” ovvero, se il mio problema è diffuso, non è più solo mio e insieme possiamo affrontarlo più efficacemente. E, solo insieme, scopriremo quanto la parità possa renderci felici.

Dopo un tragico inizio e un abbonamento quasi inutilizzato per un anno e più, mi sto rifacendo con la questioni audiolibri. Specie perché molti titoli disponibili sul catalogo Audible sono eccezionali e sono nelle mia wishlist da tempo; dunque mi sono detta: perché non dare una seconda chance a questo modo diverso di “leggere”? Così mi sono riavvicinata agli audiolibri e sto ascoltando libri davvero molto interessanti. Uno di questi audiolibri è stato Parità in pillole di Irene Facheris, fondatrice di Bossy.it ed esperta di diversity.

In questo saggio, che prende il nome da una rubrica che Facheris ha tenuto su YouTube (eccola se vi dovesse interessare), l’autrice affronta molto dettagliatamente il discorso delle discriminazioni di ogni tipo, facendo una panoramica molto completa su questo argomento complesso, di cui si dovrebbe parlare di più.

Facheris in Parità in pillole ci spiega del privilegio, analizza termini come mansplaining o body shaming, parla della cultura dello stupro e della mascolinità tossica, ma non solo. Nel volume c’è davvero tanto, un’infarinatura per avvicinarsi al femminismo, alle questioni di parità in genere e alla lotta alle discriminazioni.

Un volume molto approfondito che analizza una tematica quanto più attuale, ce la spiega, l’approfondisce, analizza le cose un po’ più complicate da comprendere. Cosa di certo necessaria, perché tante persone sottovalutano ancora questi temi, non sanno dare un nome a certi atteggiamenti, ma soprattutto magari non sanno nemmeno di averli certi comportamenti.

Facheris ci spiega tutte queste cose senza presunzione ne paroloni, ma con molta semplicità, in modo da poter mandare il suo messaggio a tutti. In più, cosa che ho apprezzato più di ogni altra, è stato proprio l’atteggiamento non giudicante né accusatorio verso niente; al contrario l’umiltà di ammettere che lei stessa ha avuto comportamenti maschilisti, perché in fondo maschilista nasce ognuno di noi, a causa della cultura che impregna la società in cui viviamo. E con la fiducia che secondo me deriva da un affermazione così umana e sincera, ci avviciniamo ai concetti che ci spiega la seguiamo in un viaggio alla scoperta di questa Parità in pillole che ci propone.

Io non ho letto il volume dunque ma ho ascoltato un audiolibro, e devo dire che è stato un successone questa volta. La voce era la stessa dell’autrice, e devo dire che è stata una lettrice molto brava e coinvolgente, forte anche la sua conoscenza del testo, non mi ha mai annoiato anzi ha catturato la mia attenzione ogni volta.
Quando si ascolta un audiolibro non è una cosa da sottovalutare la voce di chi lo legge e credo di aver abbandonato per un periodo l’ascolto dei libri anche per questo; quindi, vi ammetto che per me fa molta differenza. In questo caso invece devo dire che l’esperienza è stata eccezionale.

Concludendo, Parità in pillole è un saggio che consiglio a tutti quelli che si vogliono avvicinare a questo genere di temi, per conoscere e capire un po’ di più il concetto di parità, ma anche a chi di argomento un po né mastica e vuole ampliare le sue conoscenze in termini di femminismo e di uguaglianza in genere.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *