Morgana: storie di ragazze che tua madre non approverebbe di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri

Recensione di Morgana: storie di ragazze che tua madre non approverebbe di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri

Reading Time: 2 minutes
Morgana: storie di ragazze che tua madre non approverebbe Book Cover Morgana: storie di ragazze che tua madre non approverebbe
Michela Murgia e Chiara Tagliaferri
Raccolta di biografie
Mondadori
2019
Cartaceo- Ebook
240

Moana Pozzi, Santa Caterina, Grace Jones, le sorelle Brontë, Moira Orfei, Tonya Harding, Marina Abramović, Shirley Temple, Vivienne Westwood, Zaha Hadid. Morgana non è un catalogo di donne esemplari; al contrario, sono streghe per le donne stesse, irriducibili anche agli schemi della donna emancipata e femminista che oggi, in piena affermazione del pink power, nessuno ha in fondo più timore a raccontare. Il nemico simbolico di questa antologia è la “sindrome di Ginger Rogers”, l’idea - sofisticatamente misogina - che le donne siano migliori in quanto tali e dunque, per stare sullo stesso palcoscenico degli uomini, debbano sapere fare tutto quello che fanno loro, ma all’indietro e sui tacchi a spillo. In una narrazione simile non c’è posto per la dimensione oscura, aggressiva, vendicativa, caotica ed egoistica che invece appartiene alle donne tanto quanto agli uomini. Le Morgane di questo libro sono efficaci ciascuna a suo modo nello smontare il pregiudizio della natura gentile e sacrificale del femminile. Le loro storie sono educative, non edificanti, disegnano parabole individuali più che percorsi collettivi, ma finiscono paradossalmente per spostare i margini del possibile anche per tutte le altre donne. Nelle pagine di questo libro è nascosta silenziosamente una speranza: ogni volta che la società ridefinisce i termini della libertà femminile, arriva una Morgana a spostarli ancora e ancora, finché il confine e l’orizzonte non saranno diventati la stessa cosa.

Morgana: storie di ragazze che tua madre non approverebbe è un libro tratto dall’omonimo podcast scritto e presentato da Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, prodotti grazie a Storielibere.it e disponibile sulle maggiori piattaforme di podcast.

Il libro è la raccolta di storie di donne indipendenti e rivoluzionare, donne che hanno cambiato il loro settore e influenzato la storia in qualche modo, nelle loro categorie e non solo. Le protagoniste tra queste pagine sono Moana Pozzi, Moira Orfei, Shirley Temple, le sorelle Brontë, Caterina da Siena, Vivienne Westwood, Grace Jones, Tonya Harding, Marina Abramović, Zaha Hadid.

Morgana come dice lo stesso libro, ma anche il podcast, è un contenitore per raccogliere queste donne, un po’ streghe e un po’ fate, forse a volte stronze, strane e non convenzionali. Morgana è il nome che le raccoglie e le loro vite sono molto diverse, così come le loro rivoluzioni; ciò che condividono è proprio il loro essere diverse e precursori dei propri tempi, non conformi a ciò che la società vuole da loro e si distinguono per le loro scelte sovversive.
Le Morgane con le loro storie straordinarie sono donne come noi, che hanno combattuto le proprie battaglie affrontando difficoltà e fragilità, le ostilità del mondo ma anche quelle insite dentro ognuna di loro; perché essere Morgana non significa necessariamente essere una supereroina.
È per questo che ho adorato sia il podcast che il libro che raccoglie alcune delle icone femminili in questo narrate: non investiamo queste donne di super poteri, non idealizziamo queste figure, ma anzi vediamo la loro umanità e il loro essere straordinarie allo stesso tempo. Questo è il segreto del successo narrativo di Morgana, sia il libro che il podcast, secondo me.

Le donne di cui assistiamo le gesta ispirano, sono modelli di resistenza e ribellione, che spronano ognuna di noi a essere una Morgana, perché in fondo Morgana siamo anche noi tutte in qualche modo (#morganasonoio nome di un’iniziativa legata al progetto).

Ho ascoltato tutto il podcast e ora lo seguo ogni qualvolta viene rilasciata una nuova puntata (attualmente siamo alla seconda stagione chiamata L’uomo ricco sono io) e ho adorato la premessa base dello show che è quella della raccolta presentata in forma di libro. Leggere le storie di queste dieci donne straordinarie mi ha fatto rivivere le stesse emozioni di quando le ho ascoltate, e ho apprezzato la decisione delle autrici di rivedere le narrazioni per il nuovo mezzo di comunicazione: le storie sono le stesse ma vengono raccontate in modo lievemente diverso.

Quindi, sia che abbiate ascoltato il podcast che siate vergini al riguardo, Morgana: storie di ragazze che tua madre non approverebbe è un libro che merita di essere letto, per conoscere donne spettacolari che hanno lasciato un segno attraverso le loro personali rivoluzioni.

Se volete leggere il libro, potete acquistarlo al link affiliato Amazon.

Se volete leggere altri consigli di lettura invece vi invito nella sezione del blog Le recensioni di Book-tique.

Alla prossima con una nuova recensione!

Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *