Book-tique Chi sono- Libri, cultura e colori

Ecco perché ho deciso di aprire un blog che parla di libri.

La mia vita, una vita con la testa china sui libri, letteralmente.

Sono una di quelle persone che legge un libro in poche ore, se rapita dalla storia. Divoro libri da quando ne ho la capacità, e lo faccio quando posso, per strada, sull’autobus, al mare, a casa sul divano.

Il mio primo libro è stato Piccole Donne, che ha rinforzato la mia anima indipendente e curiosa; come non rivedermi nella ribelle Jo.

Poco dopo è arrivato il Piccolo Principe, che rileggo spesso, e da cui ho imparato la parola Baobab (ancora oggi una delle mie preferite, essendo una fan sfegatata delle parole bizzarre, quelle tonde, che riempiono la bocca e vagamente ridicole).

Sono poi cresciuta a pane e Harry Potter, tanto che per leggere l’ultimo libro non sono andata al lavoro per tre giorni di seguito qualche anno fa.

Quando da bambine tutte sognavano una storia d’amore come quella di Cenerentola, io speravo più di avere la libreria della Bestia, amando i libri quanto Belle.

Amo respirare l’odore di un libro vecchio o nuovo, sottolinearne le parti che preferisco e fagli orecchie e prenderci appunti vari. Dopo aver letto le prime pagine di un libro corro verso la fine e legge l’ultima riga, per aumentare la voglia di sapere come sarà la storia, cosa faranno i personaggi, cosa vuole comunicare l’autore con le sue parole. Perché tanto lo sanno tutti, il bello è il viaggio e non la meta.

In più adoro scrivere; scrivo da quando ne ho memoria, scrivo di tutto, amo la carta stampata e sono piena di quadernetti dove annoto frasi, citazioni, ispirazioni. Il mio PC e ricco di incipit di libri, progetti letterari, racconti, poesie. Scrivo compulsivamente note sul cellulare, scrivo liste, scrivo messaggi di auguri struggenti, scrivo lettere. Ho scritto migliaia di diari, tutti ovviamente incompiuti e sparsi chissà dove.

Collaboro con ArtSpecialDay.it dove scrivo recensioni di libri nella rubrica #1B1W, oltre che qualche altro articolo su mostre o cultura in generale. L’entusiasmo di scrivere per loro mi ha ispirata a buttarmi, e farlo anche per conto mio.
Da qualche mese, per di più, sono volontaria in una libreria libera, Libribelli, una delle poche al mondo dove si scambiano libri liberamente.

Con un lungo giro di parole vi ho raccontato chi sono, quello che faccio e il motivo per cui è nato BOOK-tique.

Ho molte cose da raccontare, ma principalmente qui vorrei parlarvi di libri, quelli che ho letto, quelli che sto leggendo e quelli che leggerò…

Ovviamente Buona Lettura!

Giorgia