Riccardo Castiglioni

Io leggo Autori Emergenti: Intervista a Riccardo Castiglioni

Io leggo Autori Emergenti (il progetto) Questo mese farò una cosa diversa dal solito. Vi ricordate il progetto di Io leggo autori emergenti, un gruppo di Facebook, con cui collaboro con Alex Astrid per la sua realizzazione? No? Allora ve lo riassumo in breve. Il gruppo Io leggo autori emergenti è nato per dare voce […]

una banda di idioti

Una banda di idioti: vi racconto delle disavventure di Ignatius J. Reilly

“Mi rifiuto di “cercare di migliorarmi”. L’ottimismo mi dà il voltastomaco; è perverso. Sin dalla sua caduta, l’uomo è sempre stato in misere condizioni.” Un uomo strambo e gigantesco, misantropo, idealista e con problemi alla valvola pilorica, un poliziotto in borghese che non è mai riuscito ad arrestare nessuno, un lavapavimenti di colore che lavora […]

il racconto dell'ancella

Il racconto dell’ancella: quando la distopia potrebbe essere reale

 “Nessuno muore per mancanza di sesso. È per mancanza d’amore che moriamo. “ Per la rubrica “libri che volevo leggere da una vita” vi parlo di un libro molto discusso negli ultimi anni, specialmente grazie alla serie ad esso ispirata che ha riscosso un successo straordinario tra il pubblico e la critica: vi parlo oggi […]

Un'altra realtà

Recensione di Un’altra realtà di Sergio de Tomi

“La prigione rappresenta un vero e proprio mondo alternativo, abitato da persone che considerano la legge alla stregua di un consiglio spassionato. Qui dentro la criminalità raggiunge l’apice, trova l’habitat perfetto e germoglia sotto l’occhio disinteressato delle guardie, che si preoccupano solamente di sopravvivere per poter rivedere i propri figli. Quando vieni circondato dalla criminalità […]

madame bovary

Lezioni di letteratura: Madame Bovary letto da me e spiegato da Nabokov

Lezioni di letteratura Madame Bovary letto da me e spiegato da Nabokov Febbraio è appena finito e noi del Mega GDL abbiamo chiuso definitivamente anche la seconda tappa. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, il mega GDL è un grande gruppo di lettura a cui ho preso parte, impegnandomi per tutto il 2019, che […]

Harry Potter e il calice di fuoco

Leggere Harry Potter e il calice di fuoco a 30 anni, in inglese.

A gennaio ho ripreso la rilettura che ho iniziato l’anno scorso di quella che si può considerare la mia saga preferita, Harry Potter. Il mese scorso ho letto Harry Potter e il calice di fuoco, in inglese, quarto capitolo della saga ambientata ad Hogwarts ma anche il primo libro di Harry che io abbia mai letto.

Middle England

Middle England: gli amici della Banda dei brocchi, alle prese con l’Inghilterra della Brexit

Il 2019 é l’anno dei gruppi di lettura: ne sto seguendo 3 ormai ufficialmente e credo che mi accompagneranno tutti per un bel pezzo di strada quest’anno. Uno in particolare è dedicato alla devozione verso un autore che amo molto, Jonathan Coe: quest’uomo mi rubò il cuore nel 2018 con il suo psichedelico La casa del sonno, e non ho potuto resistere di avvicinarmi a un club del libro votato solo a lui. Questo mio accostarmi a questo gruppo è iniziato un po’ per caso, ma credo che oramai leggeremo tutti i suoi libri assieme! A gennaio abbiamo letto la sua ultimissima pubblicazione, Middle England pubblicato da Feltrinelli editore alla fine dello scorso anno, libro che fa parte di una trilogia di cui i capitoli precedenti sono La banda dei brocchi e Circolo chiuso, ma che è godibilissimo anche se non si è letti i due romanzi, come nel mio caso.
Eccovi la mia recensione

Il mio primo Audiolibro

Il mio primo audiolibro: Hotel Silence

Il mio primo audiolibro: Hotel Silence Spinta dal tempo libero che ultimamente mi avanza e una curiosità generata dall’entusiasmo globale al riguardo, ho deciso di fare l’abbonamento prova ad Audible e provare ad ascoltare il mio primo audiolibro. Ci avevo già provato tempo fa, ma non era andata bene, con una versione cd regalatami da […]

Pastorale Americana: il ritratto spietato dell’america per bene degli anni ’70

Il ragazzo più popolare della scuola ormai settantenne, dopo una fortunata carriera sportiva e con la direzione di una fabbrica alle spalle, vuole incontrare il vecchio amico del fratello del liceo, scrittore affermato, con la scusa di parlare della vita di suo padre per farne un romanzo. Questa è la premessa con il quale inizia Pastorale Americana il più famoso romanzo di Philip Roth, che ci ha lasciato l’anno scorso, che gli ha permesso di vincere il Pulitzer nel 1998.
Eccovi la mia recensione..

Autori Emergenti – Il mio mal di testa di Diana Errico

“Forse ho creduto di amarla. Avrei dovuto capire subito che, come quando hai il mal di testa, avere un sollievo momentaneo non significa essere guariti.” Oggi vi parlo del primo libro “emergente” dell’anno, nel senso puro del termine: il romanzo in questione è Il mio mal di testa di Diana Errico edito da Officina Milena che me […]