adsbygoogle.js">
capitolo 12

Diario Letterario di Un’Italiana in Australia – Capitolo 12

Diario Letterario di Un’Italiana in Australia

Capitolo 12

Buon venerdì a tutti, iniziamo il Capitolo 12 del mio rendiconto viaggifero, e dunque come ogni settimana torna il mio diario letterario di un’italiana in Australia: un diario di bordo del mio viaggio/esperienza di vita dall’altra parte del mondo, nella terra dei canguri, alternato dai racconti delle letture che mi stanno accompagnando durante questa avventura.
Cosa è successo fino a ora?
Dopo essermela goduta per due mesi abbondanti, tra vacanze, college d’inglese e cazzeggio indiscriminato sto lavorando in una farm di banane per poter tirare su un po’ di soldini, ma anche per poter rinnovare il mio working holiday visa per il secondo anno; condizione fondamentale per rinnovare il visto infatti è lavorare in una farm qui per almeno 88 giorni. E io ne ho già lavorati 16!
Ma eccovi il Capitolo 12 di questa emozionante avventura. 

Cosa è successo durante la mia settimana?
Durante il weekend c’è stato il più forte temporale di tutti i tempi: ha piovuto ininterrottamente per due giorni (causando Vaghi disagi nell’asciugatura dei vestiti da lavoro) e la notte di domenica è come ci fosse stata una guerra: sembrava piovessero bombe dal cielo per quanto forte è stato il temporale.

Al lavoro sta andando meglio, anche se la stanchezza non passa; sarà anche che è quella settimana del mese (scusate se sono fuori luogo, ma è una cosa naturale che succede a tutte le donne del mondo), ma sono sempre più stanca. Martedì il grande capo ha deciso di blastarmi tutto il giorno perché ero lenta, e niente, è stata una settimana veramente difficile. Passerà mai questa sensazione? Speriamo.
Dopo un giorno così penso io, la settimana non può che andare in discesa. Anche per i ragazzi c’è stato qualche cambiamento questa settimana: la pioggia torrenziale ha fatto qualche danno a parecchi alberi, e invece che fare il solito lavoro di taglia foglie, Andrea ha legato alberi tutta la settimana e Fede era anche lui nella shed a tagliar banane e fare altre mansioni; odiano stare dentro, un po’ capiscono perché non sono carica come loro in queste settimane ora. Fede ha avuto la prima crisi mistica, continuando a chiedersi per tutta la settimana perché fosse venuto dall’altra parte del mondo per fare questo tipo di lavoro.

Diario lettarario di un'italiana in australia capitolo 12

Cosa ho letto?
Durante lo sviluppo di questo Capitolo 12 ho finito il primo libro da quando ho iniziato a lavorare! Dopo le vostre ovazioni a distanza, che so che avete fatto tutti, vi dico che nello specifico ho finito di leggere L’impero d’acciaio – il fiume di divide il primo di una serie di romanzi che raccontano di viaggiatori venuti dal futuro che cercano di migliorare la società dell’antica Roma con la loro “avanzata” tecnologia. Un bell’inizio, ma ve ne parlerò prestissimo. Questo mio è di cerco un magro record ma sono veramente contenta perché finalmente sono riuscita a finire un romanzo con il poco tempo che mi ritrovo. Sono in dirittura di arrivo di Piccole donne e Alta fedeltà; il primo uno dei miei libri del cuore, il secondo una piacevole e divertentissima sorpresa e la riconferma di un autore davvero particolare come Nick Hornby. Ho finito finalmente quel lavoro di copy di cui vi accennavo, devo ancora rivedere alcune cose ma per il momento posso tornare a dedicarmi alla lettura e a il blog, yuppie!

Tornando ala vita vera, dovete sapere che questa settimana si è parlato tutto il tempo di un ciclone che avrebbe dovuto colpire Mareeba: per il momento non s’e visto ancora, solo tanta pioggia e preoccupazione; vediamo cosa ci aspetta durante il fine settimana. Nota positiva venerdì mattina vado al lavoro (cioè stamattina) la luce non c’è nel capannone della fattoria e sento good vibes nell’aria: i ragazzi sono andati a lavorare, e noi donnine ci hanno mandato a casa per mezza giornata, triplo yuppie per questo sorprendente Capitolo 12 (ho dovuto guidare l’auto da sola, terrorizzata ma sembra che io stia bene).

Il capitolo 12 si può dunque riassumere così: settimana piena e stancante, ho lavorato fino a tardi anche oggi ma una buona notizia mi allieta da tutta la settimana: domani/domenica andiamo a fare shopping natalizio: mi voglio auto fare un paio di regali di compleanno e comprare due regalini ai miei compagni di viaggio; per sentire un po’ il Natale eddai!
Abbiamo anche un invito per un barbecue domani sera e quindi ci aspetta un weekend bello pieno, che vi racconterò presto.

Per il momento dal fronte australiano è tutto, passo la linea al riassunto per punti della settimana:
– Quando piove, in Australia, piove bene, tanto e senza sosta.
– Gli insetti ci stanno invadendo.
– Tra dieci giorni circa è il mio compleanno, yuppie!
– Le mie mani sono tutte screpolate e piene di tagli, per non parlare della condizione delle mie unghie che si stanno scaldando: mi manca la mia femminilità.
– Faccio il conto alla rovescia per i giorni di vacanza che avremo per Natale (tre, pochi ma necessari).
– Se sopravvivo alle banane e alla guida a sinistra nella vita posso fare di tutto.
– Mi mancano i libri cartacei, triste cosa ma ho la certezza che questo Natale non ne riceverò nessuno.

Fine del capitolo 12; e vissero tutti felici e contenti, ma senza decorazioni natalizie!

Prima di andare via, aspettate ancora un attimo: se ve li siete persi, ecco i capitoli precedenti:

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7 

Capitolo 8

Capitolo 9

Capitolo 10

Capitolo 11

Buon weekend a tutti, salutatemi il Natale se lo vedete, ditegli che mi manca.
Con affetto
Giorgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: