Giorgia Chiaro/ febbraio 23, 2018/ Poesia/ 0 comments

Questo venerdì ho scelto per voi gli splendidi versi di uno dei più famosi poeti italiani: Eugenio Montale. La poesia che vi propongo è Ho sceso dandoti il braccio, lirica appartenente alla raccolta a Satura, pubblicata nel 1971.

Le parole di Ho sceso dandoti il braccio sono dedicate alla moglie dei poeta; qui lo scrittore, con un registro molto informale e parole piene di un amore non chiamato con il suo nome, racconta la sua vita intera passata al fianco della sua compagna di sempre.
Eccovi il testo di Ho sceso dandoti il braccio: 

 

Ho sceso dandoti il braccio

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, né più mi occorrono
le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.

Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.

Eugenio Montale”

 

Se vi è piaciuta questa poesia, venite a leggerne altre qui

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*