Giorgia Chiaro/ novembre 24, 2017/ Poesia/ 0 comments

Jannis Ritsos, uno dei più grandi poeti greci del novecento, definito da Louis Aragon lo ha “il più grande poeta del suo periodo”. A causa del regime greco e della sua vicinanza al partito comunista è stato molte volte vietato e censurato, ma le sue parole sono arrivate libere fino a noi.
Oggi PoeticamenteVenerdì vi propone una poesia delicata e tenera, Che farmene delle stelle.

Ecco per voi i versi di Ristos

“Che farmene delle stelle

Che farmene delle stelle,

di questo vento leggero che mi accarezza la sera,

che farmene di una finestra spalancata sul mondo,

sull’orizzonte, se tu non ci sei?

Tutto ha una luce diversa se sei qui con me.

Tutto ha senso solo se posso raccontartelo.

Il mondo è semplicemente nel tuo abbraccio.

Jannis Ritsos”

Le parole del poeta sono una meravigliosa dichiarazione d’amore, pura e semplice.
Sottolinea nelle sue parole anche la mancanza della persona amata, perché “se tu non ci sei” il mondo non ha lo stesso senso, nemmeno le cose più belle. 

Per altre poesie, cliccate qui 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*