Giorgia Chiaro/ settembre 22, 2017/ Poesia/ 0 comments

Quest’oggi PoeticamenteVenerdì vi presenta la bellissima Il futuro di Julio Cortázar, poeta e scrittore argentino naturalizzato francese.
Considerato uno dei massimi esponenti del “boom Latinoamericano”, assieme a Garcia Marquez e Mario Vargas Llosa, fenomeno letterario degli anni sessanta e settanta del secolo scorso.

“E so molto bene che non ci sarai.

Non ci sarai nella strada,

non nel mormorio che sgorga di notte

dai pali che la illuminano,

neppure nel gesto di scegliere il menù,

o nel sorriso che alleggerisce il “tutto completo” delle sotterranee,

nei libri prestati e nell’arrivederci a domani.

Nei miei sogni non ci sarai,

nel destino originale delle parole,

nè ci sarai in un numero di telefono

o nel colore di un paio di guanti, di una blusa.

Mi infurierò, amor mio, e non sarà per te,

e non per te comprerò dolci,

all’angolo della strada mi fermerò,

a quell’angolo a cui non svolterai,

e dirò le parole che si dicono

e mangerò le cose che si mangiano

e sognerò i sogni che si sognano

e so molto bene che non ci sarai,

nè qui dentro, il carcere dove ancora ti detengo,

nè la fuori, in quel fiume di strade e di ponti.

Non ci sarai per niente, non sarai neppure ricordo,

e quando ti penserò, penserò un pensiero

che oscuramente cerca di ricordarsi di te.

Julio Cortàzar”

Il Futuro è una poesia forte e intensa, semplice ma impeccabile. Nei versi, Cortazar è nostalgico. Il tema è la perdita dell’amore, visto dalla prospettiva del futuro. L’amore infatti non ci sarà nel tempo che verrà, perchè il tempo che passa spazza via tutto, l’amore, le cose e persino il ricordo di tutto ciò che è stato.

Giorgia

 Per altre poesie, eccovi tutta la rubrica PoeticamenteVenerdì qui!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*