Giorgia Chiaro/ settembre 8, 2017/ Poesia/ 0 comments

Martha Rivera Garrito poetessa ,scrittrice, giornalista, attivista e ricercatrice nata a  Santo Domingo nel 1960. Famosissima è la sua poesia “Non innamorarti di una donna che legge”, che oggi #PoeticamenteVenerdì vi propone.

“Non innamorarti di una donna che legge,
di una donna che sente troppo,d
i una donna che scrive…

Non innamorarti di una donna colta, maga, delirante, pazza.
Non innamorarti di una donna che pensa,
che sa di sapere e che inoltre è capace di volare,
di una donna che ha fede in se stessa.

Non innamorarti di una donna che ride
o piange mentre fa l’amore,
che sa trasformare il suo spirito in carne e, ancor di più,
di una donna che ama la poesia (sono loro le più pericolose),
o di una donna capace di restare mezz’ora davanti a un quadro o che non sa vivere senza la musica.

Non innamorarti di una donna intensa, ludica,
lucida, ribelle, irriverente.
Che non ti capiti mai di innamorarti di una donna così.

Perché quando ti innamori di una donna del genere,
che rimanga con te oppure no, che ti ami o no,
da una donna così, non si torna indietro.

Mai.

Martha Rivera Garrido”

Poche righe per una poesia semplice e spontanea, che disegna l’immagine della donna “ideale”. Con una sorta di psicologia inversa, la poetessa delinea l’immagine di una donna forte, indipendente, che pensa e legge. Una donna talmente coinvolgente, da cui è difficile tornare indietro. Follia e irriverenza innalzate come pregio, per sovvertire l’immagine femminile del suo tempo.
In più ci vedo un augurio a tutti gli uomini: trovatevi una donna che legge! Una donna che sa, che esplora il mondo e non si accontenta. 
Interpreto anche la poesia come un sottile consiglio o esortazione a tutte noi donne, ad amare le cose belle, credere in noi stesse e soprattutto a ribellarsi sempre.

Giorgia

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*